Il folklore ispira i corti per il web

Nonantola. Tre ragazzi e un papà trasformano in animazione le tradizioni locali

NONANTOLA. Tre ragazzi, un papà, e la passione per il web. Sono gli ingredienti che hanno portato alla nascita di Motion Toon Channel, strumento ispirato alle tradizioni popolari modenesi e al folklore locale. Un progetto vincente, quello fondato da Riccardo Grenzi e dai sue due amici, che ha debuttato nel 2014 al “Nonantola Film Festival” con il cortometraggio “Agente Gomitolo-Missione Vinile” e che poi è esploso su You Tube dove il canale Motion Toon sta ottenendo gradimento. Nasce così “Il Poeta e il Contadino” dove gli ideatori mescolano la saggezza forbita del poeta a quella popolare della burbera maschera di Sandrone. La serie suscita l’interesse del mensile “Folclore Contadino” e ne nasce una collaborazione grazie alla quale arrivano uno spot e una nuova serie, “L’Eco della Ghirlandeina”.

«Il nostro obiettivo - spiega Riccardo, 21 anni, nonantolano, fondatore e responsabile dello Studio - non è solo quello di potenziare la presenza su YouTube ma anche produrre una serie per la televisione. Vogliamo partecipare ad eventi legati al mondo del cinema di animazione perché esistono convention sul corto molto interessanti».

Gli altri componenti del gruppo sono il 22enne modenese. doppiatore e sceneggiatore Michele Losi e il 21enne grafico Davide Autunno. Con loro lavora anche il papà di Riccardo, Daniele Grenzi, in veste di sceneggiatore, doppiatore e specialista della parte dialettale nonché studioso di tradizioni popolari.

Patrizia Cantusci