In cinquecento all’Expo per promuovere la Bassa

Da oggi a Milano una settimana dedicata ai prodotti alimentari dell’Area Nord E lunedì giornata clou di eventi con la parenza di ben 7 pullman da Mirandola

MIRANDOLA. Magari con meno clamore di altri, certamente con un numero rilevante di iniziative e di partecipanti. Sono infatti già 7 i pulman dea cinquanta persone ciascuno, oltre ad auto private, che partiranno lunedì alla volta dell’Expo, dal municipio Mirandola.

Già, perchè da oggi anche la Bassa modenese sarà presente a Milano, presso la Cascina Triulza in occasione della settimana di mercato che chiude il 26 ottobre 2015. Lo scopo è far conoscere ai visitatori le terre, i prodotti tipici ed altrettante aziende dell’Area Nord. Si va dal Parmigiano Reggiano dell’Azienda biologica Casumaro e del Caseificio La Cappelletta, l’Aceto balsamico tradizionale dell’Azienda biodinamica Guerzoni, la Mela Campanina e la Pera Abate del Garden Vivai Morselli, i Maccheroni al pettine delle Valli Mirandolesi di Loretta, la Pera Abate di Cipof, il Salame della Consorteria di San Felice con l’Azienda dei Fratelli Ratti.

L’iniziativa è gestita dall’Unione dei Comuni Area Nord, e si concluderà con una giornata evento, il 26 ottobre, totalmente dedicata alla Bassa Modenese attraverso la realizzazione di tre importanti iniziative. Nelle scorse settimane altre aziende della Bassa hanno fatto la loro comparsa all’esposizione universale, questo rappresenta per così dire il gran finale, visto che ci avviciniamo alla chiusura di un evento che richiama ogni giorno centinaia di migliaia di persone da tutto il mondo.

Comprese anche le circa cinquecento che insieme parteciperanno alla giornata clou della promozione della Bassa, lunedì. Quando dalle 10 alle 13 il Palco di Cascina Triulza sarà movimentato dallo spettacolo musicale “La vita (ri)nasce sempre partendo dal basso” della banda Rulli e Frulli e Doremibanda della Fondazione Scuola di Musica Andreoli.

A Expo arriva la Bassa terremotata

«La parte centrale della giornata sarà dedicata alla promozione del cicloturismo nel territorio della Bassa Modenese, dove non è solo facile gustare prodotti tipici buonissimi, ma è altrettanto facile pedalare là dove le acque scorrono lente e, alle volte, si fermano», spiega una nota dell’Unione dei Comuni. Ci sarà anche l’incontro “Pedalare con gusto nelle terre della Bassa Modenese” organizzato in collaborazione con Fiab e l’Associazione Città d’Arte della Pianura Padana. Infine, «per assaporare direttamente i tesori della Bassa, verrà proposta una degustazione teatralizzata dal titolo “Un territorio da scoprire”, a cura di Koinè».

Per promuovere l’evento l’Unione Area Nord ha anche organizzato un video promozionale, per descrivere la bellezza di un territorio che, per la verità, la Bassa stessa è chiamata a difendere e tutelare.