Modena, corso Duomo vietato al postino: vigile lo multa

Giuseppe, portalettere da 27 anni, passa come sempre sullo stesso percorso ma un agente gli infligge una sanzione da 28 euro per violazione delle limitazioni al traffico. Dopo i lavori di ripavimentazione davanti alla cattedrale i vincoli per la circolazione si sono moltiplicati

MODENA. «È dal 1988 che faccio questo lavoro. Porto la posta in centro storico e faccio dei percorsi fissi perché è così che noi lavoriamo. E per la prima volta in questi 27 anni un vigile mi ha dato la multa e non ha voluto neanche sentir ragione. Né lui né il suo collega che ha taciuto».

Giuseppe M. è un portalettere di lungo corso. Ogni mattina comincia a fare corso Canalchiaro dal numero 1 fino al Seminario.

Buca per buca, porta per porta, conosce ogni persona. Tanto è vero che mentre racconta questa sua disavventura che l'ha lasciato di stucco, lo fermano i residenti e gli chiedono cosa gli è successo.

È successo che ieri intorno alle 8.20 Giuseppe guidava il mezzo elettrico delle Poste italiane ed è entrato in corso Duomo per arrivare in corso Canalchiaro.

Appena le ruote sono passate oltre i fittone è soffiato il fischietto. Uno di due vigili gli ha fatto cenno di avvicinarsi.

"RIFIUTATA OGNI SPIEGAZIONE: CHIUSURA TOTALE".  «Non c'è stato verso di spiegare. Il vigile mi ha detto che stavo commettendo un'infrazione. So benissimo che in corso Duomo è tutto cambiato e le vetture non posso entrare. Ma il cartello che hanno messo dice che possono passare bus, taxi, bici, disabili e persone autorizzate».

Giuseppe ha fatto presente che lavora per le Poste italiane e si presume che ci sia un'autorizzazione. Altrimenti come farebbe a consegnare la posta in corso Duomo?

«Non mi ha ascoltato. Mentre il collega taceva, l'agente ha preso il blocco e mi ha appioppato questa multa», dice mostrandola.

LA MULTA A CARICO DEL POSTINO. I 28euro, motivatI da un'infrazione del divieto (quindi, per il vigile non era autorizzato a passare), saranno a carico del postino. Mezza giornata di lavoro persa.

«Gli ho chiesto di dirmi almeno quale percorso devo fare, visto che non posso passare in corso Duomo. Non mi ha dato una risposta».

Resta una domanda di fondo: davvero le Poste Italiane non sono autorizzate a passare in corso Duomo?

©RIPRODUZIONE RISERVATA