Amianto in ospedale: nessuna rimozione su pavimenti e tetto

I pavimenti delle pavimentazioni contenenti fibre di amianto all’ospedale sono soggetti a verifiche e, a breve, non si prevede la sostituzione della copertura contenente amianto dell’ingresso del...

I pavimenti delle pavimentazioni contenenti fibre di amianto all’ospedale sono soggetti a verifiche e, a breve, non si prevede la sostituzione della copertura contenente amianto dell’ingresso del Ramazzini. Questo si evince dalla risposta dell’Ausl letta in consiglio comunale dall’assessore Daniela Depietri in risposta all’interrogazione presentata da Lorenzo Boni e Francesco Lodi.

«Per quanto riguarda l’ultima residua porzione di copertura contenente cemento amianto riguardante il corpo 9, edificio dove è collocato l’ingresso di via Molinari, i risultati dei monitoraggi evidenziano uno stato di consistenza e di conservazione tale da non imporre la necessità di interventi a breve termine. In tali condizioni la permanenza di lastre di eternit sulle coperture è ammessa - si legge nella risposta dell’Ausl - Qualora nel corso dei successivi monitoraggi dovessero emergere condizioni di degrado progressivo, tale cioè da rendere necessario programmare interventi di totale rimozione e sostituzione, questi saranno inseriti nel piano annuale aziendale delle manutenzioni straordinarie. Per quanto riguarda infine lo stato di conservazione delle pavimentazioni viniliche contenenti anche fibre di amianto, premesso che recentemente si è proceduto alla rimozione di alcune centinaia di metri quadrati nel contesto dei lavori di realizzazione del laboratorio per l’allestimento dei farmaci antiblastici e la nuova sede servizio farmaceutico, il servizio tecnico aziendale provvede a verifiche programmate a cadenza annuale sulle pavimentazioni viniliche ancora esistenti in alcuni reparti. A tali verifiche, si aggiungono verifiche straordinarie e agli esiti raccolti seguono interventi di carattere locale. Stante la forte interferenza con le attività e i conseguenti disagi con l’utenza, una totale rimozione può essere pianificata abbinandola ad eventuali investimenti per ristrutturazioni estese”. (s.a.)