Il sovraindebitamento come effetto della crisi

È uno dei risvolti più diffusi in questi anni di difficoltà nel mondo del lavoro Beltrami: «Il 70 per cento delle persone che seguiamo sono italiane»

CARPI. Diffondere tra la cittadinanza la conoscenza dei corretti principi di buona amministrazione delle proprie risorse, intervenire a sostegno di coloro che si trovano in una grave situazione di sovraindebitamento, svolgere servizi ausiliari e di supporto al microcredito nei territori di Carpi, Novi e Soliera. Da ottobre 2015, l'associazione Dedalo si occupa del servizio di ascolto e accompagnamento delle persone con problemi di sovraindebitamento e di attività di educazione ad un uso responsabile delle risorse finanziarie. «Agli inizi di ottobre è iniziata l'attività di ascolto e di consulenza, con alcuni casi inviati dalla Caritas Diocesana di Carpi, dai Servizi sociali dell'Unione Terre d'Argine e dalla cooperativa Il Mantello: in questa prima fase si stanno mettendo a punto le modalità di svolgimento dei colloqui con gli interessati, affinando le capacità di ascolto dei volontari di front office e di coordinamento dei diversi componenti dell'associazione», spiega il presidente Mirco Beltrami, commercialista in pensione che ha deciso di dedicare un po' di tempo a questa attività di volontariato. Sono 17 i volontari in servizio: bancari, avvocati, commercialisti e contabili, sia in pensione che in servizio, i quali mettono gratuitamente a disposizione della comunità le loro conoscenze tecniche specifiche. «Crisi economica, perdita del lavoro, separazioni famigliari, dipendenze come la ludopatia sono le problematiche riscontrate finora: in due mesi, abbiamo già ricevuto 16 famiglie», spiega Beltrami, precisando che di queste il 70% sono italiane. L'iniziativa nasce all'interno del Progetto di Contrasto alla Povertà dell'Associazione Servizi per il Volontariato di Modena, che prevedeva sul territorio dell'Unione Terre d'Argine la creazione di uno sportello gratuito di consulenza alle famiglie indebitate. Nei mesi di novembre-dicembre 2014 è stata fatta un'azione di ricerca volontari mirata all'apertura del servizio seguita da corso di formazione organizzato dal Centro di Servizio per il Volontariato, al termine del quale alcuni cittadini, incoraggiati dai rappresentanti istituzionali dell'Unione Terre d'Argine, con l'accompagnamento del Centro di Servizio per il Volontariato e con il sostegno fornito della Fondazione Casa del Volontariato hanno deciso di fondare Dedalo. «Attualmente siamo alla ricerca di volontari con esperienza in campo legale», dice Beltrami. Per candidarsi come volontari o per usufruire del servizio dell'associazione scrivere a dedalo.onlus@gmail.com oppure telefonare al 329-1840020. Dedalo ha sede a Carpi presso la Casa del Volontariato (via Peruzzi 22, stanza 2).

©RIPRODUZIONE RISERVATA