Gli esercenti regalano servizi ai bisognosi

SOLIERA. Poco più di due anni fa, il 1° febbraio 2014, ha preso avvio a Soliera l’avventura del social market “Il Pane e le Rose”, un progetto sotto molti aspetti inedito in Italia. Il social market...

SOLIERA. Poco più di due anni fa, il 1° febbraio 2014, ha preso avvio a Soliera l’avventura del social market “Il Pane e le Rose”, un progetto sotto molti aspetti inedito in Italia. Il social market solierese, gestito dalla Coop Sociale Eortè, ha finora sostenuto circa 140 famiglie del territorio. “Il Pane e le Rose” è stato insignito del “Premio Natura” edizione 2015.

E oggi l’offerta de “Il Pane e le Rose” si amplia. Prende il via in questi giorni il “Progetto Servizi”, attraverso il quale le famiglie potranno usufruire di servizi donati dagli esercenti e dalle attività del territorio solierese. Tra i primi che hanno aderito figurano parrucchieri e barbieri, farmacie, fotografi, autofficine, lavanderie, pizzerie. Agli utenti sarà consegnato un “Solierino”, attraverso cui potranno usufruire del servizio presso il donatore. La fase di sperimentazione, che durerà fino a dicembre, consentirà di individuare ulteriori tipologie di servizi disponibili sul territorio e verificare se queste rispondono alle esigenze.

Agli esercenti aderenti al “Progetto Servizi” verrà consegnata una vetrofania che porterà la scritta: “Io sostengo - Il Pane e le Rose - Social Market”. Potranno esporla come testimonianza del loro gesto solidale. Il progetto del "Solierino", pensato per dare risposte concrete è il primo in Italia.