Modena. Sassi sulla tangenziale: auto colpite, nessun ferito

Una compagnia di ragazzi lanciava pietre dal quartiere Torrenova, all’altezza del nuovo autovelox, verso i mezzi in transito: «Poteva andare molto peggio»

MODENA. Tornano in azione i lanciatori di sassi lungo la tangenziale. Capita ciclicamente che bande di ragazzi decidano di passare il tempo colpendo le auto di passaggio a velocità sostenuta sulle strade ad alto scorrimento. Ieri alcuni giovani si sono messi di impegno nella zona del Torrenova, lanciando pietre contro le auto che viaggiavano in tangenziale con direzione Bologna. È bastato loro salire sulla massicciata che delimita il quartiere a nord, e di fronte, con i sassi anche piuttosto comodi sotto i loro piedi, si sono ritrovati un fiume di macchina con il quale “divertirsi”. Solo per puro caso non è successo nulla di grave. Una delle prime auto a transitare di fronte ai ragazzi, infatti, si è vista colpire, per fortuna, solo la carrozzeria dell’auto ed ha potuto dare subito l’allarme. Se il sasso avesse colpito un vetro sarebbe finita molto peggio, gli occupanti del mezzo potevano ferirsi e addirittura causare incidenti. La tempestiva chiamata di chi si trovava a bordo delle auto e il rapido arrivo delle forze dell’ordine hanno scongiurato il peggio.

Sul posto è arrivata la Polizia Municipale che da subito si è messa sulle tracce dei ragazzi, cercando i responsabili di un gesto tanto stupido quanto pericoloso. I ragazzi, però, che sostavano proprio sulla massicciata alle spalle del nuovo autovelox, si sono subito dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce nel parco e nelle vie circostanti.

Ma i residenti della zona, vedendo arrivare la Municipale, si sono precipitati in strada per raccontare l’accaduto. Avevano visto i ragazzi aggirarsi a ridosso del confine con la tangenziale e hanno raccontato anche che non era la prima volta che episodi del genere capitavano: «È diverso tempo che segnaliamo la presenza di una banda di giovani che in alcune circostanze è diventata pericolosa. Hanno preso di mira alcuni anziani, lasciano sporco quando decidono di mangiare e bere in mezzo al parco, e ogni tanto decidono di diventare anche vandali prendendo di mira le auto che passano senza nemmeno chiedersi quanto pericoloso possa poi rivelarsi un simile gesto. Il passaggio continuo della Polizia Municipale - spiegano - che oggi è arrivata immediatamente, potrebbe davvero distogliere queste compagnie di persone dal compiere atti vandalici e potenzialmente molto pericolosi. Cosa sarebbe successo se quei sassi, anzichè finire sulle carrozzerie delle auto provocando botte e graffi, fossero finiti sui parabrezza e i finestrini?».