Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tutti pazzi per il festival della fisarmonica

SERRAMAZZONI. Tutti pazzi per la fisarmonica. Così si può sintetizzare il primo concorso internazionale che Serra ha voluto dedicare a questo affascinante e impegnativo strumento in ricordo del...

SERRAMAZZONI. Tutti pazzi per la fisarmonica. Così si può sintetizzare il primo concorso internazionale che Serra ha voluto dedicare a questo affascinante e impegnativo strumento in ricordo del maestro Bruno Serri, indimenticabile colonna sonora di generazioni ma anche docente capace di far crescere decine di talenti, tra cui Tiziano Chiapelli, oggi tra i più grandi fisarmonicisti del mondo. Tre giorni in cui si sono esibiti artisti dalla Calabria alla Valtellina, tra selezioni e concerti c ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SERRAMAZZONI. Tutti pazzi per la fisarmonica. Così si può sintetizzare il primo concorso internazionale che Serra ha voluto dedicare a questo affascinante e impegnativo strumento in ricordo del maestro Bruno Serri, indimenticabile colonna sonora di generazioni ma anche docente capace di far crescere decine di talenti, tra cui Tiziano Chiapelli, oggi tra i più grandi fisarmonicisti del mondo. Tre giorni in cui si sono esibiti artisti dalla Calabria alla Valtellina, tra selezioni e concerti che alla sera hanno visto centinaia di presenze tra il pubblico. Domenica sera il gran finale alla sala di Cultura, con le premiazioni. Nella categoria "Classica" ha vinto Raffaele Damen, davanti a Irene Squizzato e Christian Cerisey; nella “Folk” Riccardo Prevedi seguito da Marco Martellini e Alberto Canclini; tra i “Compositori” Mauro Scaggiante, con Massimo Marino al secondo posto e Caterina Fiorentini al terzo. Infine, nel “Varietée” ha vinto Antonello Allegro su Roberto Rossi (di soli 16 anni) e ancora Marco Martellini. Ma più che competizione, è stata davvero festa di musica, con anche momenti commoventi come quando Chiapelli (nell'organizzazione coordinata e diretta da Sabrina Gasparini, nipote di Serri) ha chiamato sul palco Fiorenza Beltrami, figlia del leggendario compositore Wolmer Beltrami. E poi c'è stata la “scoperta” della Fisorchestra “V. Bellini” di Cosenza, protagonista della tre giorni e pronta già a ritornare il prossimo anno. Perché con questo evento Serra vuole avviare una tradizione. «È stata una scommessa vinta – ha sottolineato il sindaco Roberto Rubbiani in chiusura – una grande occasione di cultura e intrattenimento che qui può mettere radici vere». «Siamo partiti col piede giusto, con 51 partecipanti subito al primo anno – ha rimarcato la Gasparini – e per me che sono cresciuta musicalmente con Serri è una soddisfazione davvero speciale». «Il mix di amicizia e professionalità – hanno chiosato gli assessori Marzia Cipriano e Maria Chiara Venturelli – ci hanno permesso di portare a Serra qualcosa di unico. E ora pensiamo a una scuola di musica dedicata a Serri, che punterà su fisarmonica e violino».