Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I condizionatori dei Map presi e montati dai nomadi

Mirandola. Blitz della polizia al campo di Santa Giustina: spunta la refurtiva Refrigeratori rubati nei moduli dei terremotati e installati dentro alle roulotte

MIRANDOLA. I ladri spadroneggiano nella Bassa? E la reazione della polizia è imponente, andando a verificare le zone più sensibili, dove potrebbe trovarsi la merce ricettata. Tra queste c’è il campo nomadi di Santa Giustina dove gli agenti hanno acceso il radar giovedì pomeriggio. I poliziotti del Commissariato di Mirandola, insieme ai colleghi del reparto Anticrimine di Reggio, hanno infatti ispezionato nel dettaglio la micro area da tempo nel mirino della critica. E se nel recente passato ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MIRANDOLA. I ladri spadroneggiano nella Bassa? E la reazione della polizia è imponente, andando a verificare le zone più sensibili, dove potrebbe trovarsi la merce ricettata. Tra queste c’è il campo nomadi di Santa Giustina dove gli agenti hanno acceso il radar giovedì pomeriggio. I poliziotti del Commissariato di Mirandola, insieme ai colleghi del reparto Anticrimine di Reggio, hanno infatti ispezionato nel dettaglio la micro area da tempo nel mirino della critica. E se nel recente passato i controlli avevano fotografato una situazione tutto sommato lineare: con le “solite” famiglie ormai stanziali e nessun oggetto sospetto, questa volta la storia è molto diversa. Perché la polizia non solo ha trovato cinque condizionatori rubati nei moduli abitativi realizzati per ospitare i terremotati, ma anche una Vespa e un tagliaerba robotizzato, spariti nei mesi scorsi. Sono scattate quattro denunce per ricettazione ai danni del 58enne B.C., del 33enne M.N. e dei giovanissimi K.L. e S.C., rispettivamente di 19 e 18 anni. Quello che più inquieta, però, sono le persone identificate: delle 65, diverse erano di passaggio, ossia non “mirandolesi” ma parenti e amici che a Santa Giustina avevano organizzato uno “stop and go”. Per quale motivo, resta un mistero.

Ma andiamo con ordine nel raccontare la giornata della polizia. L’operazione scatta a metà pomeriggio e dalle ispezioni delle roulotte spuntano quattro condizionatori. Sono collegati e ben funzionanti. Un controllo incrociato però porta a scoprire che gli apparecchi risultano rubati. C’è una denuncia fatta dal Comune ai carabinieri, che risale al 2 agosto. Si tratta degli impianti spariti in cinque container dei terremotati appena liberati dagli sfollati e che sarebbero dovuti essere smontati a breve. I ladri sono invece arrivati prima dei tecnici specializzati. I poliziotti allora li caricano in auto e li riconsegnano al Comune. Così come vengono riconsegnati anche il telaio di una Vespa Piaggio d’epoca, rubata il 15 maggio a Mirandola, ma di proprietà di un castelnovese ed un robot taglia erba, dal valore di circa 2750 euro. Era sparito ad inizio maggio ed è di proprietà di una persona residente a Cavezzo. Motorino ed attrezzo da giardino sono stati trovati nei pressi del campo e quindi non è stato possibile denunciare nessuno degli ospiti, ma accanto era stivato anche il quinto dei condizionatori spariti dai moduli abitativi, pronto quindi per essere recuperato ed utilizzato in qualche casetta mobile oppure inserito e venduto sul mercato parallelo appena si fosse presentata l’occasione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA