Cispadana, il Consiglio vota la superstrada

FINALE. Segna una nuova tappa la questione Cispadana, riesplosa a cavallo tra Finale e Cento quando si è scoperto che una delle - tutte contestate -varianti all’autostrada prevede il passaggio tra...

FINALE. Segna una nuova tappa la questione Cispadana, riesplosa a cavallo tra Finale e Cento quando si è scoperto che una delle - tutte contestate -varianti all’autostrada prevede il passaggio tra le case di Alberone e più vicino a Finale capoluogo. Il sindaco di Cento, Fabrizio Toselli, dopo averlo annunciato all’assemblea con i citadini ferraresi e modenesi, non ha infatti partecipato all’incontro fissato per il 29 agosto a Roma al Ministero dell’Ambiente, proprio sulla variante che interessa i due Comuni. Incontro che dopo le rimostranze dei cittadini ora risulta slittato.

Lo denuncia il comitato di Alberone: «Siamo convinti che esistano le priorità, a meno che non sia una scusa per lasciare andare le cose per loro conto, e ottenere il risultato desiderato». Il comitato richiama l’affollata serata del 10 agosto a proposito della «faraonica e dispendiosa autostrada, 650 milioni “solo” da parte regionale, per portare a termine la Cispadana. Strada extraurbana che già esiste a tratti, e che completata avrebbe una spesa di 100 milioni, ed un uso gratuito per sempre». La proposta di fare la strada extraurbana e non l’autostrada è stata accolta solo dal Comune di Finale. Unico impegno assunto dal neo-sindaco Toselli di Cento, invece, era «che, il previsto tracciato non crei problemi ad Alberone, annunciando che il 29 agosto avrebbe avuto un incontro al Minister. Amaramente, abbiamo appreso che Toselli a Roma non è andato, e che l’incontro, “forse” avverrà a metà mese. Nel frattempo, potrebbe accadere che la procedura giunga alla fine, che vorrebbe dire rovinare la vita di migliaia di cittadini per l’eternità, dato che già ci sono abitanti che hanno messo in vendita la loro casa, perché non credono più a questo inaccettabile modo di agire», accusa Balboni del comitato.

A Finale l’altra sera intanto il sindaco Palazzi si è limitato a ribadire al Consiglio comunale che Finale preferirebbe la superstrada. Ma al prossimo consiglio è all’ordine del giorno una votazione sul punto. Forse solo teorica, ma chiara: meglio finire la Cispadana superstrada come fu progettata, rinunciando alla costosa e contestata autostrada.