Un 68enne trovato morto ad Albareto, è un giallo

Il luogo del ritrovamento del cadavere ad Albareto

Il corpo di Antonio Minichiello è stato trovato a bordo della sua auto con segni di ustione

MODENA. Episodio inquietante su strada Albareto angolo strada del Naviglio, all'altezza dell'osteria Antico Borgo in località Bertola di Albareto. Nel parcheggio poco distante è stata trovata un'auto, su segnalazione di un passante, che aveva avvertito anche un forte odore di bruciato.

Dentro all'auto, una Peugeot di colore bianco, è stato ritrovato un uomo di 68 anni, privo di vita. Si tratta di Antonio Minichiello, residente a Soliera. Sul corpo presentava segni di ustione e da una prima ricostruzione pareva essere cosparso di benzina. Poco distante dall'auto è stata ritrovata anche una tanica. Tutte le ipotesi sono al vaglio degli inquirenti, che non escludono nessuna pista. In un primo momento si pensava ad un omicidio, poi ha preso largo l'ipotesi del suicidio.

Il cadavere dell'uomo è stato trovato seduto al posto di guida e nelle sue mani è stato trovato un accendino. I suoi abiti erano in parte bruciati dalla cintola in su, mentre sulle gambe è stata trovata una coperta forse imbevuta di liquido infiammabile. La presenza di ustioni nella parte superiore del corpo non ha permesso sinora di riscontrare eventuali segni di violenza sul corpo. Il decesso, dai primi riscontri, potrebbe essere stato causato da intossicazione all'interno di un abitacolo che è stato trovato chiuso.