Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Modena, comunità peruviana in festa nel cuore della città «Qui in Italia ci sentiamo come a casa»

È la comunità latino-americana più numerosa in provincia con 600 espatriati: «Ma non diteci che siamo indiani» Domenica 30 ottobre i Peruviani di Modena e provincia, circa 600 residenti, hanno celebrato la festa del Senor de los Milagros, il “Cristo dei Miracoli”.

MODENA. Fra lacrime di emozione, canti di folklore, colorate coreografie e orgoglio patriottico, i Peruviani di Modena e provincia, circa 600 residenti, hanno celebrato la festa del Senor de los Milagros, il “Cristo dei Miracoli”. La manifestazione, organizzata dall'Associazione peruviana omonima che da tre anni onora a Modena il santo patrono del Perù, di Lima e dei Peruviani nel mondo, prevedeva una messa solenne in italo-spagnolo guidata da Don Graziano Gavioli, pastore della parrocchia d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA. Fra lacrime di emozione, canti di folklore, colorate coreografie e orgoglio patriottico, i Peruviani di Modena e provincia, circa 600 residenti, hanno celebrato la festa del Senor de los Milagros, il “Cristo dei Miracoli”. La manifestazione, organizzata dall'Associazione peruviana omonima che da tre anni onora a Modena il santo patrono del Perù, di Lima e dei Peruviani nel mondo, prevedeva una messa solenne in italo-spagnolo guidata da Don Graziano Gavioli, pastore della parrocchia dei migranti di Sant'Agostino-San Barnaba, e una processione vecchio stampo con il carro del Cristo in corteo attraverso le strade del centro storico. "Non è semplice folkolore, è una devozione popolare che nasce dal basso e colpisce al cuore le persone semplici", dice il sacerdote.
Centinaia di sudamericani si sono radunati in preghiera davanti al sagrato della chiesa di Sant'Agostino allestita con un altare, un arco e decorazioni floreali. Presenti anche rappresentanti delle comunità filippine, colombiane, boliviane e numerosi esponenti del cattolicesimo africano francofono a cui si sono aggiunti in modo spontaneo anche qualche modenese sorpreso dal vivido spettacolo.

Comunità peruviana in festa a Modena

“La festa dura un mese intero in Perù; a Lima, la capitale, è una celebrazione che assume proporzioni oceaniche, una marea umana in devozione”, dice Milton Castro, peruviano di Modena.
La marcia, partita dal sagrato e accompagnata dalla banda Giuseppe Verdi di Spilamberto, si è snodata per le strade del centro e ha toccato piazza Duomo per poi tornare indietro sulla via Emilia fino alla chiesa dove è stata riposta l'effige del Cristo.