Modena, l'ex vicepresidente del consiglio provinciale condannato per rimborsi truffa

Mauro Sighinolfi

Mauro Sighinolfi, ex Pdl, era accusato di aver ottenuto 17mila euro per tragitti dall’Ente alla casa di Cremona: pena 1 anno e 4 mesi

MODENA. Mauro Sighinolfi, ex vicepresidente del consiglio provinciale di Modena, è stato condannato a un anno e quattro mesi perché ritenuto colpevole di indebita percezione di erogazioni di contributi dello Stato e di enti pubblici. Gli accertamenti si riferiscono al periodo 2009-2013, frangente in cui il politico ha incassato 17mila euro di rimborsi chilometrici, ritenuti però fittizi.

Accolta dunque la tesi dell'accusa secondo la quale l'esponente del Centrodestra chiedeva il rimborso per il tragitto con la sua auto da Torre De' Picenardi, paese del Cremonese, fino alla sede della Provincia, in viale Martiri a Modena. Di fatto 220 chilometri tra andato e ritorno per ogni seduta.

La Provincia, assistita dall'avvocato Giulio Garuti, si è costituita parte civilee la provvisionale decisa dal giudice è di 20mila euro.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi