Modena, blitz degli skinhead veneti: tensione al festival della migrazione

Un gruppo di una dozzina di skinhead ha interrotto stamani un incontro del 'Festival della Migrazione 2016' in corso di svolgimento nel dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Modena, urlando slogan contro le migrazioni e la politica dell'accoglienza e innalzando uno striscione

MODENA. Un gruppo di una dozzina di skinhead ha interrotto stamani un incontro del 'Festival della Migrazione 2016' in corso di svolgimento nel dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Modena, urlando slogan contro le migrazioni e la politica dell'accoglienza e innalzando uno striscione con la scritta 'Festival della migrazione = speculare sull'invasione'.

Ai presenti sono stati anche distribuiti volantini di una sedicente associazione culturale 'Veneto Fronte Skinheads', contenenti minacce verso i 'traditori del popolo italiano'. Sull'episodio sono intervenuti con una nota congiunta il rettore di Unimore, Angelo Oreste Andrisano, e il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Luigi Foffani: "Condanniamo con fermezza quanto accaduto - dichiarano - e confermiamo la nostra volont di non cedere alle intimidazioni, proseguendo lungo la strada della promozione e organizzazione di liberi e democratici dibattiti, aperti al mondo accademico e studentesco, cos come all'intera cittadinanza, su tematiche di approfondimento scientifico e culturale di grande rilievo sociale e politico. Questo - concludono Andrisano e Foffani - il nostro modo di intendere la cosiddetta terza missione dell'Universit, nello spirito di quel 'public engagement' che gli atenei sono chiamati a esercitare nel rapporto con il territorio e la cittadinanza, e da questo impegno civico non intendiamo venire meno".