Occhio ai finti pacchi di Natale inviati a Modena

La truffa: falsi corrieri consegnano ordini inesistenti dietro pagamento di somme

MODENA. Attenzione alla truffa del pacco natalizio. In questi giorni di avvicinamento alla festività del Natale, è facile iniziare ad effettuare degli acquisti, iniziando così a decurtare nomi dalla lunga lista delle persone a cui fare il regalo. Viceversa, è possibile che qualcuno voglia anticipare oppure voglia inviare un omaggio. Da qui il nuovo stratagemma che ha già trovato una pericolosa diffusione in altre regioni, soprattutto in Toscana, ma che, e speriamo di no, può diventare seriale anche dalle nostre parti. In sostanza si tratta di pacchi che alla fine risultano vuoti e che vengono consegnati da falsi corrieri i quali, in modo molto convincente, richiedono ai destinatari il pagamento di ingenti somme di denaro. In un caso riportato dalle cronache, a Firenze una donna è riuscita ad evitare la truffa dei finti corrieri: la signora aveva ricevuto una telefonata da qualcuno che si era spacciato per un agente della polizia che aveva preannunciato l’imminente consegna di un pacco, da ritirare dietro l’esborso di 130 euro.

La vittima, come detto, non c’è cascata e ha detto all’interlocutore che avrebbe fatto qualche chiamata di verifica, cosa che ha scoraggiato i truffatori. Un signore invece si è lasciato abbindolare sino in fondo e in cambio di un pacco, che avrebbe dovuto contenere un computer, ha sborsato ben mille euro. Il pacco, ben confezionato, era però desolatamente vuoto.

Dunque sarebbe opportuno fare la massima attenzione, soprattutto ora che il Natale porta ad un fitto traffico di pacchi, di consegna, di corrieri e di persone che, per un motivai o per un altro, tengono in assedio le persone con telefonate o suonate di campanello.

La difesa fondamentale, non appena accade qualcosa di imprevisto o di strano, è quella di avvisare le forze dell’ordine.