Modena. Lavoro stile hi tech negli spazi di Junto

Inaugurato nel complesso R-Nord un centro dedicato alle nuove opportunità professionali di coworking

Apre Junto, il laboratorio delle idee

MODENA. Continua la riqualificazione del complesso R-Nord. Questa volta sono i giovani e il lavoro digitale, settore in crescita, i veri protagonisti con “Junto”, nuovo tech coworking rivolto a chiunque sia interessato a condividere uno spazio di lavoro in cui la collaborazione e il networking possano essere al centro di nuove opportunità.
Un'inaugurazione a cui hanno preso parte, oltre al primo cittadino Gian Carlo Muzzarelli anche diversi esponenti di start up italiane e la Fondazione Democenter, diventata punto di riferimento in tutto il mondo per l'innovazione. «Abbiamo riconquistato i luoghi della città - commenta il sindaco Muzzarelli - qui c'è una contaminazione delle idee e del lavoro, il tutto gestito da giovani menti».

Lo spazio va a completare il progetto “Hub Modena R-Nord” promosso dall'amministrazione, Fondazione Democenter e CambiaMo con il sostegno della Regione. All'interno di esso ci sono a disposizione 35 postazioni fruibili con differenti tipologie di contratto, un punto relax e ristoro, stampante, zona reception, due aree meeting, eventi e formazione. «Dal 2015 - spiega il direttore di Democenter, Piergabriele Andreoli - da quando è nata l'idea del progetto Hub abbiamo fatto grandi passi in avanti e siamo molto contenti di ciò. Abbiamo davvero tante eccellenze e giovani promettenti che andranno a svolgere un ottimo lavoro». Junto si inserisce quindi in un progetto di rilancio e innovazione come spiegano anche i co-fondatori Yuri Grassi, Paolo Privitera, Andrea Pelleschi e Saverio Patruno: «Questo spazio è frutto delle competenze maturate in Silicon Valley e vuole essere utile al territorio e al suo rilancio, guardando al futuro dell'innovazione e della tecnologia». Modena quindi cerca di fare passi avanti in questo campo e secondo la Regione la strada è quella giusta, come spiega Morena Diazzi, direttrice generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa della Regione - dopo il taglio del nastro: «Si raccolgono i frutti del lavoro svolto in questi anni e posso assicurare che in Emilia Romagna ci sono realtà imprenditoriali e start-up alla pari di aziende europee e mondiali. Si sta lavorando bene e questi spazi ne sono la prova». Junto va ad aggiungersi alla riqualificazione non solo del complesso che al suo interno già dispone di centro commerciale (Coop), palestra, sede della Croce Rossa, farmacia e negozi ma di tutta l'area, priorità per l'amministrazione: «Tutta la periferia nord sta partecipando a un rilancio, è il mondo del cambiamento, fra poco arriverà anche il market Esselunga che andrà a completare e a portare anche la concorrenza». Zona che i giovani stanno frequentando e che, con questo spazio che si aggiunge ai già esistenti “Fab Lab”, dedicato alla fabbricazione digitale e a un incubatore di nuove imprese.