«Sì ho progettato per Gerrini Bolognino? Non lo volevo»

È colui che fece il sopralluogo nel palazzo dell’antiquario di via Trento Trieste a Finale e che Gerrini spacciò ai proprietari come suo collaboratore. Ma Giuseppe Caruso è anche l’ingegnere che ha...

È colui che fece il sopralluogo nel palazzo dell’antiquario di via Trento Trieste a Finale e che Gerrini spacciò ai proprietari come suo collaboratore. Ma Giuseppe Caruso è anche l’ingegnere che ha progettato la messa in sicurezza del teatro dopo essere entrato in confidenza con il capo ufficio Lavori pubblici per tramite di Bianchini con cui già collaborava dal 2011. La sua testimonianza offre uno spaccato interessante sul modo di operare del Comune: «Ho fatto progetti per il municipio, li ho firmati io, ma anche Gerrini». E qui si inserisce quel mare di piani non effettivamente redatti dal geometra, ma di cui se ne assume la paternità per ottenere l’incentivo della Legge Merloni. Caruso parla anche di Bolognino, incontrato nella sede della Bianchini: «Era con suo fratello - ricorda - Sono andato a cercare referenze su internet e ho visto che aveva avuto problemi con la giustizia. Ho detto a Bianchini che non volevo lavorare con lui, ma accolse la mia segnalazione in modo superficiale. Ne parlai anche a Gerrini nella primavera del 2014, mentre andavamo in Regione e un anno dopo l’esclusione dalla white list della Bianchini».