Salva un capriolo ferito in tangenziale

Ha notato un capriolo in difficoltà, ferito da un automobilista pirata: l’animale sbandava pericolosamente lungo la tangenziale e costituiva un pericolo per sè e per gli automobilisti. E lo ha...

Ha notato un capriolo in difficoltà, ferito da un automobilista pirata: l’animale sbandava pericolosamente lungo la tangenziale e costituiva un pericolo per sè e per gli automobilisti. E lo ha soccorso: lo ha fermato, lo ha afferrato proteggendolo e tenendolo per le corna sino all’attivo dei soccorsi.
Il modenese ha raccontato la sua vicendfda a lieto fine sulla sua pagina Facebook: «Verso le 22 stavo tornando a casa da Modena percorrendo la “Modena-Sassuolo”. Ero vicino all’uscita di Casinalbo quando vedo un'ombra quasi al centro della carreggiata, che si muove, pur con qualche difficoltà. Alcune auto prima di me l'hanno vista, l'hanno scartata e hanno proseguito. Mi sono avvicinato, ho messo la 4 frecce: era un capriolo che un’auto aveva urtato nella parte posteriore, poiché si sta trascinava con la forza le zampe anteriori. Era gravemente ferito, ma non si arrendeva , strisciava, a volte verso l'interno ma anche verso il centro della carreggiata». Il soccorritore chiama il 112, poi gli viene detto di chiamare il Centro soccorso animali e lui si aziona in questo senso. Ma nell’attesa il capriolo era da proteggere e da tenere fermo. «L’ho spostato il più possibile verso il lato destro della carreggiata e, tenendolo per le corna gli impedivo di spostarsi. Sentivo il suo respiro affannoso, i suoi reiterati tentativi di fuggire, cercavo di rassicurarlo come si fa con gli animali domestici...». Poi finalmente sono arrivati i soccorsi, i volontari del Pettirosso che hanno caricato il capriolo per poi andare a curarlo. «Certamente andrò presto al Pettirosso , per vedere se si riprenderà, sono speranzoso».