Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sex toys, padre Pio e il Rolex, quella bufala su Modena Park

Un emblematico striscione firmato dai fan di Vasco Rossi

Hera ovviamente smentisce la surreale lista di oggetti smarriti durante il concerto di Vasco Rossi

MODENA È la bufala dell’anno e se la sono bevuta tutti, anche alcuni quotidiani nazionali, che non hanno perso un attimo per cercare conferme. Il post ha iniziato a rimbalzare di bacheca in bacheca e parlava degli oggetti smarriti e poi ritrovati a Modena Park durante il concerto di Vasco Rossi. 

«L'elenco degli oggetti ritrovati sul prato descrive l'Italia meglio di cento commenti. 111 smartphone, 3 tablet, 1.200 mazzi di chiavi, 670 paia di occhiali, 120 confezioni di preservativi, 1 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA È la bufala dell’anno e se la sono bevuta tutti, anche alcuni quotidiani nazionali, che non hanno perso un attimo per cercare conferme. Il post ha iniziato a rimbalzare di bacheca in bacheca e parlava degli oggetti smarriti e poi ritrovati a Modena Park durante il concerto di Vasco Rossi. 

«L'elenco degli oggetti ritrovati sul prato descrive l'Italia meglio di cento commenti. 111 smartphone, 3 tablet, 1.200 mazzi di chiavi, 670 paia di occhiali, 120 confezioni di preservativi, 1 orologio Rolex, 51 carte di credito, 170 scarpe, 1 pigiama da uomo, 2 stampelle, 29 felpe, 60 reggiseni, 2 materassini gonfiabili, oltre 2 mila euro contanti, una confezione di 12 assorbenti per adulti incontinenti, 33 sacchi a pelo, 1 statuetta in legno di Padre Pio, 28 dildo, cappellini, bandane e polsiere». La notizia era attribuita genericamente a Hera e altre due aziende di servizi.

La lista farsa degli oggetti smarriti

Hera ha smentito la notizia, ma non ha avuto molta fortuna tanto girava con forza sui social. Hera afferma che non c’erano tre aziende al Parco Ferrari per pulire ma solo lei aiutata da due cooperative di servizi a lei subordinata. Non solo: di tutti gli oggetti descritti sono state trovate alcune felpe e poco di più. Infine, non esiste nessun inventario degli oggetti ritrovati.

Modena Park: le pulizie il giorno dopo

Anche noi della Gazzetta e i colleghi de La Stampa abbiamo cercato di risalire all'origine della surreale lista e siamo finiti su alcune pagine frequentate e gestite dai fan di Vasco. In pochi, a dire la verità, hanno dato credito al simpatico elenco, anzi si sono dilettati a rivendicare le loro proprietà. Passino pure gli smarphone, il Rolex, felpe e reggiseni, ma gli assorbenti per adulti incontinenti, uno stock di preservativi e la statua di Padre Pio proprio no.

Voto 10 a chi ha inventato la bufala, bocciato senza soluzione di continuità chi ci ha creduto, giornalisti compresi.