Finale, si schianta in auto e muore carbonizzato

Il 29enne Simone Giuliani lavorava per il gruppo Sag Tubi così come il padre. L’incidente di notte sulla Cispadana

FINALE. L’auto finisce sulla rotatoria, carambola, urta il guard rail, poi si incendia. Un terribile incidente in cui ha perso la vita Simone Giuliani, 29 anni di Casumaro. La tragedia si è consumata ieri all’alba all’altezza della rotatoria di San Carlo per via delle Donne e consente di immettersi sulla Cispadana.

Il giovane casumarese era alla guida della sua Audi A4 sw ed era solo a bordo. Secondo i primi accertamenti il mezzo stava procedendo da Sant'Agostino, in direzione Ferrara quando, verso le 4.30. Per motivi ancora da accertare, il veicolo è piombato nel centro della rotatoria e dopo diverse carambole si è ribaltata dalla parte opposta. L’impatto violento, molto probabilmente ha portato alla fuoriuscita di carburante, che ha innescato l’incendio.


I vigili del fuoco di Cento, dopo aver spento le fiamme, hanno estratto il corpo del conducente, ma nonostante le immediate manovre di soccorso, per Simone non c'è stato nulla da fare e la salma del giovane e stata trasportata all’Istituto di Medicina Legale all’ospedala Sant’Anna di Cona.

Le forze dell’ordine hanno impiegato diverse ore per identificare il giovane, vista la necessità di capire se i dati del proprietario del mezzo, recuperati grazie al numero della targa, corrispondessero alla persona deceduta. Ricerche necessarie in quanto sia i documenti di riconoscimento del 29enne sia quelli dell’auto erano bruciati. Solo dopo diverse ore si è riusciti ad identificare il conducente e ad avvisare i familiari .

Simone Giuliani, 29 anni, lavorava come tecnico meccanico per il gruppo Sag Tubi, si spostava tra Finale e Cento. Aveva una grande passione per i motori e per le moto da cross. In paese era molto legato a due amici con cui condivideva le sue passioni e i suoi divertimenti.

Il 29enne frequentava spesso Finale, paese dove lavorava come tecnico meccanico. Il padre lavora presso l'Ansa Tech, la mamma presta servizio di pulizia per la Coopman. Simone lascia anche una sorella più giovane Francesca 20 anni studentessa universitaria.

I genitori, ieri mattina, erano molto preoccupati per non aver visto rientrare il figlio a casa, ma impossibilitati a saltare il turno si sono recati entrambi sui loro luoghi di lavoro, dove hanno ricevuto la notizia della tragica disgrazia.

Maria Teresa Cafiero