Maranello. Boom Ferrari in Borsa: ora vale più di tutta la Fca

Il titolo aveva esordito a 43 euro e dopo un anno e mezzo è salito a 90, un balzo che determina un valore di capitalizzazione superiore a quello della casa madre

MARANELLO. Sulle piste della Formula Uno le Ferrari si stanno giocando il titolo mondiale più o meno alla pari con le Mercedes ma a Piazza Affari il titolo azionario dell’azienda di Maranello sta letteralmente dominando con prestazioni d’eccezione.

Nella giornata di giovedì scorso la quotazione alla Borsa milanese ha raggiunto in chiusura di seduta i 90,30 euro, solo lievemente ritoccati ieri in negativo a quota 89,70.


Per capire di cosa stiamo parlando bastano un paio di numeri: nel gennaio 2016 le azioni Ferrari hanno esordito alla Borsa milanese con una valutazione di 43 euro, ora sono più che raddoppiate ma va ricordato che nei primi mesi di quotazione hanno anche vissuto una fase di segno negativo che ha portato il titolo fino a 28 euro. Poi la graduale e via via sempre più imponente risalita fino ai livelli attuali. Chi fosse stato così accorto da comprare un’azione Ferrari in quel periodo ora si ritrova un valore che forse in tempi non lunghissimi potrebbe anche essere quasi quadruplicato, perché non sono pochi gli analisti che prevedono che la corsa delle “Rosse” a Piazza Affari non sia destinata ad arrestarsi. Nel gennaio scorso, per esempio, le azioni Ferrari oscillavano attorno ai 56 euro, in marzo si è passati a 62 poi 69 euro, a maggio a 73 e quindi 77 euro, a fine giugno la quotazione si era abbassata a 75,15 poi il boom di luglio: 81,45 a metà mese fino ai 90 circa di questa settimana.

Gli analisti di Mediobanca hanno alzato da 83 euro a 109 euro il prezzo obiettivo su Ferrari, ribadendo il giudizio “outperform”, il cui significato è che farà meglio del mercato.

E tutto questo a pochi giorni dall’annuncio dei dati semestrali dell’azienda, che si prevedono di notevole interesse con i conseguenti commenti da parte del presidente e amministratore delegato Sergio Marchionne.

In un anno le azioni della Ferrari sono cresciute del 129,09% con una performance semestrale pari a un +54,94%. Positivo, anche se vicino alla parità, il titolo Fca (+0,10% a 10,16 euro). Tutto questo significa sorpasso: ora Ferrari vale di più dell’intera Fiat Chrysler Automobiles, da cui è stata scorporata nel 2015. La capitalizzazione dell’azienda di Maranello dopo il boom in Borsa ha un valore complessivo che supera quello di Fca.