Modena, palpeggia una ragazza sul Gigetto: arrestato. Aveva anche droga e un coltello

La polizia ha arrestato un 47enne per violenza sessuale ai danni di una 24enne: i due erano sul treno Modena-Sassuolo

MODENA. Domenica 20 agosto verso le 19 la polizia ha arrestato un 47enne (E.R. le iniziali) per violenza sessuale ai danni di una ragazza 24enne.

Il reato si è consumato sul treno Sassuolo-Modena, il Gigetto. La donna ha raccontato di essere salita sul treno attorno alle 18,50 e di essere stata invitata dall’uomo a sedersi accanto a lei. Avendo capito il fine di quell’invito ha cercato, al contrario, un vagone più affollato in cui sedersi. Ma a quel punto l’uomo l’ha raggiunta e bloccata, palpeggiandola in diverse parti del corpo.

Sconvolta e in evidente stato di shock, la ragazza è riuscita a divincolarsi ed attirare l’attenzione di una viaggiatrice, che immediatamente le ha prestato soccorso e accompagnata presso la carrozza del controllore.

Quest’ultimo ha contattato la polizia ed ha fatto fermare il convoglio sui binari, al fine di evitare la fuga del 47enne prima dell’arrivo della volante.

E.R., sprovvisto di documenti di identità, veniva accompagnato in Questura per ulteriori accertamenti: è risultato essere un cittadino tunisino censurato e senza fissa dimora.

Sottoposto a perquisizione personale lo straniero, nella borsa a tracolla, nascondeva un coltello da cucina di 18,5 cm e 2,3 g. di sostanza stupefacente di tipo hashish.

In considerazione degli elementi raccolti, E.R. veniva arrestato per violenza sessuale in flagranza e denunciato a piede libero per false attestazioni sulla propria identità e detenzione di sostanza stupefacente.

L’arresto è stato convalidato.