Modena, tre Daspo dopo la protesta contro Caliendo

Il questore ha emesso provvedimenti contro tifosi che domenica primo ottobre hanno manifestato davanti al Braglia

MODENA. MODENA. Il questore Paolo Fassari, ha emesso tre Daspo (il divieto di accedere alle manifestazioni sportive) nei confronti di altrettanti tifosi del Modena che domenica primo ottobre hanno manifestato davanti allo stadio Braglia, mentre veniva ufficializzata la sconfitta della squadra di serie C per tre a zero a tavolino contro il Mestre.

Un funerale per il Modena Calcio

Una protesta indetta contro la gestione del presidente Antonio Caliendo, ex procuratore di Roberto Baggio e David Trezeguet, dimessosi nei giorni scorsi, e contro lo 'sfratto' dallo stadio firmato dal Comune di Modena per "gravi inadempienze" di natura economica.


I Daspo sono stati emessi nei confronti di due tifosi residenti a Modena e un terzo, tra i 'promotori' della manifestazione, di Vignola, sempre in provincia di Modena. Ai primi  contestata l'accensione di tre fumogeni, al terzo, invece, condotte ostili nei confronti dei poliziotti, col volto travisato. Proseguono intanto le indagini della Digos per verificare i comportamenti dei 250 presenti, durante la manifestazione che ha bloccato a lungo la circolazione in viale Monte Kosica, davanti allo stadio.