Un dolce mattone da record Quest’anno supera i 36 metri

FORMIGINE. Decima edizione del “Formigine Dolce Europa”, organizzata dalla Pro Loco con il patrocinio dell'amministrazione comunale. Una grandissima tavolata, a ferro di cavallo è stata allestita...

FORMIGINE. Decima edizione del “Formigine Dolce Europa”, organizzata dalla Pro Loco con il patrocinio dell'amministrazione comunale.

Una grandissima tavolata, a ferro di cavallo è stata allestita sotto il balcone della Loggia, in piazza della Repubblica, con l’esposizione del Dolce Mattone, lungo 36,5 metri e largo 30 centimetri.

Un record perché lo scorso anno raggiungeva i 36 metri, il triplo della sua prima edizione, datata ottobre 2007, anno in cui sono conclusi i lavori di restauro del castello. Ma com’è fatto il dolce mattone? È un prodotto che vanta una storia ultracentenaria, composto da uova, biscotti Oro Saiwa posti sia alla base che alla superficie, avvolto in una crema, accompagnata da cioccolato. Si tratta di un appuntamento molto atteso, in grado di radunare intorno al dolce dalle proporzioni imponenti famiglie, composte da grandi e piccini, per un grande momento in cui tutta la comunità festeggia insieme.

Il momento clou dell’appuntamento è stato alle 10,15 quando, il sindaco Maria Costi e il presidente della Pro Loco “Formigine oltre il castello” Pietro Ghinelli, hanno tagliato la prima fetta, catturando l’attenzione e gli applausi dei presenti, pronti, subito dopo, a comprare ad un prezzo simbolico di un euro, una parte di torta.

In pochi minuti, dal ferro di cavallo alle transenne si è registrato il tutto esaurito. Circa 30 metri di dolce sono stati acquistati e degustati dai tantissimi assaggiatori presenti: soprattutto, come anticipato sopra, si tratta di famiglie con bimbi di età inferiore ai 10 anni, pronte a mettere in contatto la dolcezza del “mattone” direttamente attraverso le proprie papille gustative.

«Una domenica da non dimenticare - ha detto Ghinelli - sia perché abbiamo soffiato le nostre prime dieci candeline che per il gran numero di curiosi presenti. La partecipazione dei tanti volontari è stata un gran successo. Non ci fermeremo qui. Nei prossimi mesi andremo a presentare le nostre bellezze nei comuni gemellati: Saumur in Francia e Kilkenny in Irlanda. L’ obiettivo e quello di ampliare le nostre ricchezze, facendo conoscere nel mondo ciò che ci caratterizza. Il nostro obiettivo è quello di guardare al passato, per uno sguardo verso il futuro. Ringrazio il Comune, con cui abbiamo un ottimo feeling e punterò sempre sulla collaborazione tra noi e gli altri. Soltanto così potremo raggiungere ottimi risultati» conclude il presidente di “Formigine oltre il castello”.

Fabrizio Tosi