Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vignola, maltrattamenti al suo cane: andrà sei mesi in carcere

Vignola. Aveva picchiato e ricoperto di birra l’animale in pieno centro Intervento delle guardie eco-zoofile. Condannato a pagare anche 6mila euro

VIGNOLA. Una donna lo aveva visto rifilare calci e pugni al cane, un pastore tedesco, in pieno centro storico. E il padrone aveva poi inferito ulteriormente, rovesciandogli addosso anche della birra. Ma quei maltrattamenti non erano passati inosservati e i carabinieri avevano allertato le guardie Eco-zoofile, che avevano provveduto al recupero dell’animale e al relativo sequestro giudiziario, affidandolo alle cure di un centro di accoglienza. A distanza di quattro anni - i fatti si erano svo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIGNOLA. Una donna lo aveva visto rifilare calci e pugni al cane, un pastore tedesco, in pieno centro storico. E il padrone aveva poi inferito ulteriormente, rovesciandogli addosso anche della birra. Ma quei maltrattamenti non erano passati inosservati e i carabinieri avevano allertato le guardie Eco-zoofile, che avevano provveduto al recupero dell’animale e al relativo sequestro giudiziario, affidandolo alle cure di un centro di accoglienza. A distanza di quattro anni - i fatti si erano svolti in una calda serata d’agosto del 2013 - l’uomo ha incassato una dura punizione da parte del giudice: dovrà scontare sei mesi di carcere dati anche alcuni precedenti in passato; gli è stata comminata una multa di circa 6mila euro; è stata disposta la confisca del cane e soprattutto, stando alla legge regionale dell’Emilia-Romagna 5/2005 per tutti coloro che hanno subito condanne per maltrattamento non potranno più detenere animali e quindi qualora ne possedessero, il sequestro sarebbe immediato.

Ma mentre l’ex padrone dovrà scontare la sua pena al Sant’Anna si apre un’altra importante questione: il pastore tedesco, essendo stato confiscato, è ora adottabile e quindi si dovrà attendere una nuova famiglia a cui affidarlo.

«Finalmente una condanna esemplare per maltrattamento animali in base all’articolo 544 Ter del Codice Penale», analizza Stefano Giovannini, dirigente superiore guardie Eco-Zoofile Earth Emilia Romagna - Modena e presidente regionale Earth (associazione per la tutela giuridica ambiente e animale) nel ricordare le pene previste dal codice.