Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fari puntati su Modena e la scuola

L’incontro inaugurale del dodicesimo anno di Voci dal B(r)anco

Martedì 7 novembre si è tenuto al Memo l’incontro di apertura della dodicesima stagione di “Voci Dal B(r)anco”. Anche quest'anno decine di studenti modenesi hanno deciso di aderire al progetto che, nato nel 2006, è considerato unico nel suo genere in Italia. Un punto su cui si è soffermata con orgoglio la prof Vincenza Capolino, docente del Liceo Wiligelmo oggi in pensione. Insieme ad alcuni suoi alunni è stata la prima a credere fermamente in questa iniziativa, anche dopo tutti questi anni ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Martedì 7 novembre si è tenuto al Memo l’incontro di apertura della dodicesima stagione di “Voci Dal B(r)anco”. Anche quest'anno decine di studenti modenesi hanno deciso di aderire al progetto che, nato nel 2006, è considerato unico nel suo genere in Italia. Un punto su cui si è soffermata con orgoglio la prof Vincenza Capolino, docente del Liceo Wiligelmo oggi in pensione. Insieme ad alcuni suoi alunni è stata la prima a credere fermamente in questa iniziativa, anche dopo tutti questi anni continua a sostenere con passione e con la consapevolezza della storia del progetto, ma anche della necessità di crescere e cambiare insieme ai ragazzi che ne fanno parte.

Rilevante poi il contributo dell'assessore, nonché vicesindaco di Modena, Gianpietro Cavazza, che ha messo in evidenza come tale progetto contribuisca a valorizzare la nostra città e a far sì che anche i giovani modenesi possano avere voce in capitolo. Della quale, ha sottolineato, l’amministrazione ha grande considerazione, per poter progettare la Modena del futuro.

Come da tradizione, è intervenuto anche il direttore della Gazzetta, Enrico Grazioli. Ha ribadito l’importanza dell’iniziativa e ha sottolineato con soddisfazione come le pagine pubblicate negli anni siano state valide dal punto di vista informativo. Grazioli ha chiesto ai ragazzi di lavorare giornalisticamente “in diretta” con i nuovi social a disposizione e di focalizzare lo sguardo anche sulla scuola, che ora pone temi di grande attualità. Le iscrizioni alla redazione sono ancora aperte: possono partecipare gli studenti delle superiori di Modena e dintorni.