Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Modena, alluvione del 2014 a Bastiglia e Bomporto: tre indagati per disastro colposo

I soccorsi a Bastiglia nei giorni dell'alluvione

Volge al termine l'inchiseta sulle cause della disastrosa alluvione di quatro anni fa: Ci sarebbero degli indagati. la procura non conferma nè smentisce

Alluvione 2014, il videoracconto di quei drammatici momenti

MODENA. Tra pochi giorni saranno 4 gli anni trascorsi dalla disastrosa alluvione di Bomporto e Bastiglia che ha provocato una vittima e milioni e milioni di euro di danni a case, aziende, luoghi pubblici. E a giorni si dovrebbe concludere l'inchiesta della procura di Modena, con l'ipotesi di reato di disastro colposo. Un'inchiesta nella quale sa ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Alluvione 2014, il videoracconto di quei drammatici momenti

MODENA. Tra pochi giorni saranno 4 gli anni trascorsi dalla disastrosa alluvione di Bomporto e Bastiglia che ha provocato una vittima e milioni e milioni di euro di danni a case, aziende, luoghi pubblici. E a giorni si dovrebbe concludere l'inchiesta della procura di Modena, con l'ipotesi di reato di disastro colposo. Un'inchiesta nella quale sarebbero tre le persone indagate che rischiano il pocesso

Si tratterebbe dell'allora dirigente dell'Aipo che si occupava del territorio modenese e altre due figure di primo piano nella gestione della manutenzone degli argini e prevenzione di incidenti, come quello tragico del 2014 sul tratto di argini che costeggia il Secchia, a cominicare da quello di San Matteo, la cui rottura originò la disastrosa alluvione

.

Alla conclusione dell'indagini mancherebbero gli ultimi atti, tra cui l'interrogratorio delle tre persone indagate, per permettere al magistrato che indaga di fugare gli ultimi dubbi. 

La notizia di questa indagine non è stata confermata dalla procura, nè smentita. Come noto i rapporti con la stampa sono gestiti dal procuratore capo Lucia Musti, l'unica che può decidere tempi e modi della divulgazione delle informazioni di interesse pubblico. Come sicuramente sono gli sviluppi di questa indagine