Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vasco Rossi: "Sono diventato grande... Mi avete dato le chiavi di casa. Le chiavi di Modena"

Il discorso di Vasco Rossi in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria di Modena "per il contributo offerto alla musica italiana d'autore e per la promozione dell'immagine di Modena nel mondo" E Vasco ringrazia Modena Park simbolo del made in Italy che funziona, grazie a tutti"

Vasco Rossi: "Grazie Modena, sono grande mi avete dato le chiavi di casa"

Dunque il mio primo contatto con Modena è stato quando ero bambinO. Venivo giù con la corriera da Zocca arrivavo allo Storchi, facevo a piedi la strada fino al cavalcavia della stazione piccola.

E ricordo quella strada molto larga, c'era questo viale enorme, queste piante, c'erano i giardini di fianco.

Avevo 11 anni ero ancora innoce ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Vasco Rossi: "Grazie Modena, sono grande mi avete dato le chiavi di casa"

Dunque il mio primo contatto con Modena è stato quando ero bambinO. Venivo giù con la corriera da Zocca arrivavo allo Storchi, facevo a piedi la strada fino al cavalcavia della stazione piccola.

E ricordo quella strada molto larga, c'era questo viale enorme, queste piante, c'erano i giardini di fianco.

Avevo 11 anni ero ancora innocente....(sorride) Poi ho frequentato la scuola di canto e musica del maestro Bononcini. La frequentavo perchè dovevo partecipare al famosissimo concorso l'Usignolo d'oro e imparavo la canzone scritta apposta per me, una canzone scritta da Bononcini e Cicci Marengo che aveva scritto le parole e poi divenne un grande amico, scomparso troppo presto.

Vasco Rossi modenese: le chiavi di Modena e il bagno di folla

E lui è stato uno dei primi miei sostenitori e quando ho cominciato l'avventura e facevo i concerti nei locali qui intorno lui c'era sempre.

La canzone per l'Usignolo d'oro era "Come nelle fiabe", nel 2017 la canzone era "Come nelle favole" è un cerchio che si chiude... Tutto torna.

Questo concorso lo vinsi, quindi Modena è stata la prima città che  ha creduto in me e mi ha fatto montare la testa...

Devo dire che io a quel tempo pensavo di essre diventato già una rock star, poi la doccia fredda, qui viene il rapporto con Modena conflittuale, sono venuto a studiare a scuola e in collegio. E quello è stato un periodo tristissimo della mia vita, vivevo la città come ostile, sentivo l'ostilità dei cittadini per noi che venivamo dalla montagna.

Perchè un tempo venire se venivi dalla montagna si vedeva subito

 

 Anche dai vestiti, oggi con internet  ci si veste tutti uguali, un tempo lo si vedeva da come eri vestito e come camminavi. La mia camminata poi è un po particolare... Ho sofferto molto, ero adolescente

Poi un altro momento del rapporto con la città quando Gilberto Degani fu il primo a credere in me come performer e dj e venne a Zocca, a Punto Radio per prendermi a fare il disc jockey allora c'era lo Snoopy era il locale  più belo di tutti.(nonostante Zanarini che è qui la pensi diversamente... )

Ero diventato il re della notte della città. I miei rapporti con questa città sono stati splendidi e sono legato a Modena profondamente.

E adesso che sono diventato grande finalmente mi avete dato le chiavi di casa.....E posso entrare e uscire quando voglio...

Modena, Vasco cittadino onorario: ecco il discorso del rocker di Zocca

 
Ed ecco il discorso che mi ero scritto: 
 
Modena Park , è stato un evento Unico et irripetibile che, con
225.000 biglietti venduti, ha stabilito il record mondiale,
ha coinvolto tutta Italia con oltre 200 sale cinematografiche
collegate in diretta , 16 piazze con schermi giganti e la diretta
televisiva di RAI 1 In Eurovisione con 5 Milioni e mezzo spettatori
(share di oltre il 36% ).
Un Record assoluto che pone Modena Park al 1° posto negli eventi
musicali di tutti i tempi.
 
Il 2017 sarà l’anno di Modena Park
01.07.2017 - Ha vinto la musica contro la PAURA..
e Modena è diventata la Capitale Mondiale del Rock !
 
“L’occasione per festeggiare i miei primi 40 anni di musica e
canzoni si è trasformato nel più grande raduno rock della storia
della musica italiana.. un evento di portata Mondiale che ha
stabilito una serie di record..
 
dal numero impressionante dei partecipanti alla straordinaria
perfezione della macchina organizzativa che ha dimostrato al
mondo intero la capacità, nel Nostro Paese di creare grandi eventi
di partecipazione popolare e aggregazione pacifica: e tutto “made
in Italy” , dalla società che distribuisce i biglietti in esclusiva fino
a i costruttori del palco delle luci ecc.
 
per tre giorni una città di 185.000 abitanti è stata invasa da un
pacifico e festoso popolo di oltre duecentotrentamila persone che
contraddicendo le ipotesi più catastrofiche di addetti ai lavori,
malelingue invidiosi e sentimenti di paura generalizzati trasmessi
dai media..
 
si è comportato (il festoso popolo) in un modo talmente civile e
corretto da lasciare stupefatte anche le istituzioni più preoccupate
e con la bocca asciutta i vari profeti di sventura.
 
Questo è stato la dimostrazione - a dispetto dei luoghi comuni
moralistici e bigotti - che la musica rock, oltre ad essere un
fantastico modo di comunicare emozioni,
è un formidabile strumento di aggregazione capace di fare stare
insieme gioiosamente centinaia di migliaia di persone che, per una
sera, possono dimenticare i loro guai e problemi personali.
 
Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo EVENTO
EPOCALE !:
 
Il popolo del rock, che ha invaso pacificamente la città di Modena
Tutti i miei collaboratori che hanno lavorato giorno e notte, per far
sì che si realizzasse “tempesta perfetta”…
Per continuare con tutta
la “banda” al mio fianco dalle prove al Cromie…
 
Grazie all’amministrazione comunale di Modena e al sindaco,
Giancarlo Muzzarelli che per primo che ci ha creduto e ha lavorato
per sensibilizzare anche quella parte di cittadini prevedibilmente
all’inizio un pò spaventati.
 
Grazie ai volontari, alle forze di polizia questura e prefettura e
vigili urbani e ancora tutti i modenesi che ci hanno accolto con la
loro proverbiale disponibilità!
 
Alla fine di tutto o all’inizio di tutto
Ringrazio sempre il cielo
e la chitarra
 
*cittadino modenese onorario