Aemilia, convalidato dal giudice l’arresto di Carmine Sarcone

Il gip ha convalidato il fermo di Carmine Sarcone, considerato dalla procura Antimafia emiliana il nuovo capo della ’ndrangheta regionale. Il giudice ha quindi considerato valido l’impianto dei pm...

Il gip ha convalidato il fermo di Carmine Sarcone, considerato dalla procura Antimafia emiliana il nuovo capo della ’ndrangheta regionale. Il giudice ha quindi considerato valido l’impianto dei pm Marco Mescolini e Beatrice Ronchi, che con il supporto del procuratore capo Amato, avevano disposto il primo fermo indiziario dell’operazione Aemilia. In sostanza i magistrati consideravano talmente tanto credibili le prove raccolte e per scongiurare la fuga di Sarcone hanno disposto direttamente il fermo, eseguito dai carabinieri del Nucleo Operativo di Modena, che continua nel suo lavoro di polizia giudiziaria. Sarcone resterà quindi in carcere. Oltre a reggere la cosca, gli viene anche contestato lo stretto legame con i carcerati e i tentativi di intimidire i testimoni che si erano presentati davanti al tribunale di Reggio.