Modena, Ligabue: "In Italia le persone buone fanno più fatica"

Il rocker correggese riceve un'accoglienza trionfale al cinema Victoria per la proiezione del suo "Made in Italy"

Ligabue incanta il Victoria con il suo "Made in Italy"

l Victoria Cinema ha accolto a braccia aperte l’arrivo di Luciano Ligabue che ha salutato i fan presenti in sala: due sale sold out per un totale di circa 800 persone che tra canti e urla di gioia hanno applaudito il rocker correggese. Luciano Ligabue ha raccontato la nascita del film e come ha deciso di tornare dietro la macchina da presa: «In questi anni non è che sono rimasto con le mani in mano - racconta Ligabue - però sono stato lontano dalla regia, intanto perché è un mestiere molto faticoso e poi perché fare regia vuol dire stare lontano dalla scena musicale, una cosa esclude l’altra.

Modena, la gioia dei fan del Liga aspettando Made in Italy

Questa volta però c’era una storia che nasceva dall’album Made in Italy e che nel film ho sviluppato e raccontato». Una grande fatica, come racconta lui stesso, girare il film ma allo stesso tempo una bella esperienza: «È stato molto appassionante lavorare con gli attori, con l’esperienza accumulata in questi vent'anni con Stefano Accorsi, con l'istinto e la bravura di Kasia Smutniak, sono successe cose che mi hanno davvero emozionato». Una storia, quella di Riko e Sara, i due protagonisti interpretati da Stefano Accorsi e Kasia Smutniak che nel film va avanti da 30 anni tra alti e bassi, dove si cerca però di restare insieme nonostante tutto: «Io sono quello del “tenete botta” - spiega Luciano - credo in questo e credo nella capacità della gente di rimanere fedele a se stessa, ognuno di noi cambia e viene cambiato dalla vita però a me piace pensare che una persona resti sui valori fondanti.

Questo film si basa proprio su alcuni valori tra i quali l’amore, una coppia se non avesse provato tanto amore non resterebbe insieme dopo che si è passato quello che hanno passato loro. Si parla di amore per le radici, per la famiglia e per gli amici».

Nel film è rappresentato anche l'amore per il nostro paese, anche se, come racconta Luciano, costa tanto. Si raccontano anche le brave persone, come le definisce Luciano: «Riko, Sara e i suoi amici sono tutte brave persone, ho preso spunto per le cose più pratiche che vedete nel film dalle discussioni con i miei amici, anche loro brave persone e soprattutto sono la dimostrazione che essere in questo modo in questo paese non paga, si deve fare un po’ più di fatica rispetto agli altri, però questo non ha mai cambiato il loro modo di essere, sono sempre rimaste brave persone e hanno sempre fatto quello che dovevano fare. Questo può sembrare un po’ un principio al limite dello sfigato mentre invece io ho un debole per chi è fatto così». Un saluto, quello di Ligabue ai fan, seguito da qualche curiosità sul film e tanti, tanti applausi, provenienti dal pubblico presente in sala che lo ha davvero accolto molto calorosamente. Il film, in questa prima settimana di programmazione è già primo al botteghino, un grande successo che i fan, fuori dalle sale in attesa di entrare, attendevano di vedere con ansia come le amiche Beatrice e Valentina, pronte con i biglietti in prima fila in attesa dell'arrivo di Ligabue: «Speriamo passi da qui perché vorremmo fare una foto, lo seguiamo da sempre e questa sera non potevamo perdercelo». Altre tre amiche sono in attesa con in mano la fotografia di Ligabue, cd di Made in Italy e cellulare pronto per scattare il selfie con il musicista. «È il nostro idolo e stasera speriamo proprio di vederlo». In fila anche una coppia che non ha mai mancato un concerto dell’artista e che vuole assolutamente un autografo e una foto. Un successo di serata, come racconta anche la direttrice del cinema, Jessica Andreola, molto contenta di aver potuto ospitare e accogliere Luciano Ligabue: «È stata una grande serata, Ligabue ha accolto al meglio i fan che erano tutti contenti e felici di aver potuto vedere e salutare».