Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Carpi, alza il gomito ma il taxi non risponde: attraversa la città a piedi

Un 40enne ha cercato di utilizzare il servizio per non guidare ubriaco. Nessuno ha risposto 

Avrebbero voluto prendere un taxi, perché avevano bevuto durante una serata passata in compagnia. Ma, nonostante le ripetute chiamate al numero attivo per allertare i tassisti, nessuno ha risposto. Così, hanno percorso almeno 12 chilometri a piedi, per evitare di mettersi alla guida in stato d’ebbrezza.

Questa la disavventura di cui sono stati protagonisti due quarantenni che sabato sera hanno deciso di uscire per trascorrere una serata allegra tra amici. «Siamo andati a cena a Santa Croce - ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Avrebbero voluto prendere un taxi, perché avevano bevuto durante una serata passata in compagnia. Ma, nonostante le ripetute chiamate al numero attivo per allertare i tassisti, nessuno ha risposto. Così, hanno percorso almeno 12 chilometri a piedi, per evitare di mettersi alla guida in stato d’ebbrezza.

Questa la disavventura di cui sono stati protagonisti due quarantenni che sabato sera hanno deciso di uscire per trascorrere una serata allegra tra amici. «Siamo andati a cena a Santa Croce - racconta uno dei due amici, Fabio D’Arcangelo - Poi quando siamo usciti, siccome avevamo bevuto un po’, abbiamo pensato fosse meglio chiamare un taxi per andare in centro per proseguire la serata. Abbiamo chiamato più e più volte, ma non ci ha risposto nessuno. Non ci è rimasto che incamminarci a piedi, fino in centro. Siamo arrivati al Mattatoyo, passando davanti al parcheggio dei taxi, in piazza Martiri. Lì abbiamo notato che c’erano tre auto, accese, con il conducente all’interno. Abbiamo trascorso un po’ di tempo nel locale, poi siamo usciti, ma , di nuovo, si è riproposta la stessa situazione: noi che chiamiamo un taxi e nessuno che risponde. Morale: siamo ritornati a Santa Croce a piedi, sempre nel cuore della notte. In tutto abbiamo percorso 12 chilometri a piedi. Ho raggiunto la macchina all’alba e, dopo tanti chilometri a piedi avevo abbondantemente smaltito l’alcol quindi ho potuto rimettermi alla guida. Nei giorni scorsi ho cercato di contattare l’agenzia alla quale fanno capo i tassisti carpigiani, ma sono stato rimbalzato anche quella volta» conclude D’Arcangelo.

«Sono rientrato a casa alle 7 del mattino» conferma Fabio. L’episodio si è verificato nonostante, come testimonia il sito del Comune, il servizio taxi sia attivo 24 ore su 24. (s.a.)