Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ravarino, giocare con i numeri per amare la matematica

Parte oggi la settima rassegna dedicata alla “regina delle scienze” Non solo sottrazioni e divisioni: imparare divertendosi ai laboratori  

RAVARINO. “Se mi sento triste, faccio matematica per esser felice”. Questa frase venne pronunciata dal matematico ungherese Alfréd Renyi e rappresenta lo spirito che regna tra i partecipanti ai laboratori didattici, formativi ma che regalano anche tanto divertimento durante la rassegna “Non temiAmo la Matematica”. La settima edizione del ciclo di iniziative dedicato alla regina delle scienze e promosso dal Comune di Ravarino debutta oggi e comprende anche un importante percorso didattico e f ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

RAVARINO. “Se mi sento triste, faccio matematica per esser felice”. Questa frase venne pronunciata dal matematico ungherese Alfréd Renyi e rappresenta lo spirito che regna tra i partecipanti ai laboratori didattici, formativi ma che regalano anche tanto divertimento durante la rassegna “Non temiAmo la Matematica”. La settima edizione del ciclo di iniziative dedicato alla regina delle scienze e promosso dal Comune di Ravarino debutta oggi e comprende anche un importante percorso didattico e formativo, rivolto agli insegnanti ed agli studenti delle scuole elementari e medie.

Durante tutto il periodo della rassegna, infatti, all’Opificio della Fondazione Golinelli di Bologna si terranno laboratori ludico-didattici dedicati agli studenti delle classi quarte e quinte della scuola primaria, e alle prime e alle seconde della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Ravarino. Per le prime, seconde e terze della scuola primaria, invece, i laboratori verranno organizzati direttamente a scuola dalla matematica prof Elena Rinaldi.



Inoltre, nella giornata di oggi verrà realizzato un seminario di formazione per insegnanti, in collaborazione con Istituto comprensivo 2 Ravarino, sul tema della didattica della matematica, che vedrà come relatori il prof Bruno D’Amore, Martha Isabel Fandiño Pinilla, Giovanni Nicosia, Laura Branchetti, Giorgio Santi.

L’appuntamento sarà un viaggio affascinante nel tempo e nelle culture, alla scoperta dei diversi modi con cui i numeri possono trasformarsi da indispensabili strumenti per ampliare la conoscenza a generatori di divertimento. Se, infatti, numeri, calcoli, equazioni e problemi evocano un misto di timore e antipatia in molti, la matematica ha un legame strettissimo con discipline quali la musica, ma anche con il gioco.

«Con questa rassegna intendiamo creare una relazione tra il mondo della cultura scientifica ed il pubblico più ampio - spiega Maria Rita Santeramo, dirigente del settore Attività culturali del Comune di Ravarino - L’iniziativa non è rivolta solo agli adulti o agli appassionati della materia, ma coinvolge il mondo della formazione e dell’educazione realizzando appuntamenti di alto valore accademico in un clima piacevole e divertente. Confidiamo che anche quest’anno, come per le precedenti edizioni (è possibile vederlo dalle immagini di Chiara Talami, ndr), la manifestazione possa registrare una grande affluenza di pubblico e - soprattutto - un alto livello qualitativo delle proposte realizzate».