Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Carpi: «C’è un cadavere nel cassonetto», è un manichino

Passante mette in allerta i carabinieri per una gamba che spunta dal cassonetto

MODENA. «Ho visto un cadavere, c’è una gamba che sbuca fuori dal cassonetto. Correte, correte». Hanno ricevuto questa telefonata nella mattinata di ieri i carabinieri della Compagnia di Carpi.

Una donna residente nelle vicinanze ha allertato la caserma dicendo di avere visto un corpo senza vita dentro un cassonetto della plastica. Alla vista della gamba che sbucava fuori dal bidone, la donna, una 70enne, si è sentita male. E non aveva dubbi: si trattava di un corpo senza vita. Una visione che ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA. «Ho visto un cadavere, c’è una gamba che sbuca fuori dal cassonetto. Correte, correte». Hanno ricevuto questa telefonata nella mattinata di ieri i carabinieri della Compagnia di Carpi.

Una donna residente nelle vicinanze ha allertato la caserma dicendo di avere visto un corpo senza vita dentro un cassonetto della plastica. Alla vista della gamba che sbucava fuori dal bidone, la donna, una 70enne, si è sentita male. E non aveva dubbi: si trattava di un corpo senza vita. Una visione che per qualche istante l’ha paralizzata.

Naturalmente, i militari hanno verificato subito la notizia precipitandosi sul luogo indicato dalla signora. Si tratta di un cassonetto della plastica, di quelli classici di colore giallo, posizionato vicino alla caserma di via Sigonio. E i militari hanno usato tutta la cautela del caso, allertando le varie gerarchie proprio perché, in quel frangente, non poteva essere sottovalutata alcuna pista.

Arrivati sul luogo indicato dalla testimone hanno però potuto constatare che, in effetti, una gamba c’era all’interno del cassonetto. Ma si trattava di un manichino di plastica, peraltro smaltito correttamente, nel contenitore giusto per quel tipo di rifiuti.

La “gamba” del manichino è stata inoltre posta sotto sequestro e portata in caserma, per evitare che altri cittadini potessero allarmarsi alla sua vista e ridare vigore ad una segnalazione che per qualche minuto ha alzato l’allarme generale dell’Arma ai livelli massimi. (s.a.)