Carpi, la replica del Giustospirito dopo il blitz dei carabinieri

Il locale: "Non sono state ritrovate uova scadute. L'unica contestazione attiene alla mancata etichettatura di alcuni dolciumi"

CARPI. Dopo la notizia del blitz dei carabinieri di Carpi e Nas di Parma al Giustospirito arriva la replica da parte del locale. "non è stata in alcun modo contestata la presenza di "uova scadute, anche da molto tempo" nei dolci posti sotto sequestro - si legge nella nota inviata alla redazione - L'unica contestazione attiene alla mancata etichettatura di alcuni dolciumi, dovuta esclusivamente ad un errore di un dipendente nell'attuazione della procedura.
Tali dolci, infatti, erano appena stati asportati dalla confezione originale (debitamente etichettata) al fine di porli nella fase di conservazione per il pre-servizio e, in questo caso, non sono stati riportati i dati dell'etichetta originale.
Si tratta di un errore formale, che però non ha alcun rilievo con le qualità dei  prodotti, assolutamente idonei e sani. La proprietà, al fine di garantire trasparenza e rassicurare i consumatori, ha richiesto di analizzare i prodotti posti sotto sequestro, in quanto sicuramente sani e non scaduti".

La guida allo shopping del Gruppo Gedi