Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I mille colori “di stagione” del mercato contadino di Modena

Latticini, uova, riso e pane fresco, ma soprattutto frutta e verdura di stagione. Sono questi alcuni dei prodotti che si possono trovare al mercato contadino del Parco Ferrari

MODENA. Latticini, uova, riso e pane fresco, ma soprattutto frutta e verdura di stagione.

Sono questi alcuni dei prodotti che si possono trovare al mercato contadino del Parco Ferrari, conosciuto e apprezzato dai modenesi. Alle porte dell’area verde, nel parcheggio che si affaccia su via Emilia Ovest, il venerdì pomeriggio dalle ore 13 alle 20, una ventina di produttori agricoli locali si danno appuntamento, mettendo in vendita il frutto del loro lavoro. Frutto nel vero senso della parola, da ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA. Latticini, uova, riso e pane fresco, ma soprattutto frutta e verdura di stagione.

Sono questi alcuni dei prodotti che si possono trovare al mercato contadino del Parco Ferrari, conosciuto e apprezzato dai modenesi. Alle porte dell’area verde, nel parcheggio che si affaccia su via Emilia Ovest, il venerdì pomeriggio dalle ore 13 alle 20, una ventina di produttori agricoli locali si danno appuntamento, mettendo in vendita il frutto del loro lavoro. Frutto nel vero senso della parola, dato che la maggior parte dei presenti vende frutta e ortaggi dei propri campi.

Le tinte che si possono vedere sulle bancarelle, almeno in questo periodo dell’anno, variano dal rosso intenso delle fragole appena colte alle diverse tipologie di verde, a seconda che lo sguardo si soffermi sugli asparagi o sulle zucchine. Questo arcobaleno di colori s’intravvede avvicinandosi al banco di due giovani produttori: Andrea Toni, dell’azienda agricola San Lorenzo di Castelnuovo, e Diego, dell’azienda Ferrarini con sede a Massa Finalese. Entrambi figli d’arte, oltre alla vendita diretta, si occupano di portare i loro prodotti nei mercati contadini.



Perché scegliere di comprare al mercato?

«La qualità dei prodotti freschi è elevata - risponde Diego, che segue le orme dei genitori lavorando nell’azienda agricola di famiglia - Inoltre, frutta e verdura hanno una maggior durata. Certo, anche il prezzo aumenta leggermente, ma i nostri clienti accettano il compromesso».

Anche Andrea Toni parla di qualità. «Vendiamo prodotti di stagione - dice il giovane, che come il precedente lavora nell’azienda di famiglia - perciò qualità, freschezza e il cosiddetto “chilometro zero” vengono rispettati. Sono queste le caratteristiche ricercate dalla nostra clientela».

Nel calendario dei prodotti dell’azienda agricola San Lorenzo si possono trovare: fragole, asparagi, radicchi, spinaci e zucchine, ad aprile. Duroni, fragole, cipolla di Tropea, fagiolini e piselli a maggio; albicocche e meloni a giugno. E via dicendo: ogni stagione ha la sua frutta e verdura tipica. Ma, al banco dei produttori di Castelnuovo sono disponibili, in questo caso tutto l’anno, anche confetture, concentrato di pomodoro e condimenti balsamici.

Sbirciando tra gli altri banchi, la scelta continua a rimanere cospicua: ortiche, asparagi, sedano, finocchi, carote, pere, mele, kiwi, oltre a radicchi e spinaci, sono solo alcuni dei prodotti dell’azienda agricola Spagni Mauro e Federico, con sede a Campogalliano.



Noci, pere, mele fuji e lambrusco Grasparossa sono, invece, in vendita sul banco di Roberta Roncarati, dell’azienda ortofrutticola Marchesella, situata a Piumazzo di Castelfranco.

Vino, marmellata, passata di pomodoro e succhi di frutta si trovano sulla bancarella di Giuseppe Leonelli, dell’azienda agricola Podere casa Guidi, situata tra le colline bolognesi, precisamente a Castello di Serravalle.

«Siamo stati tra i primi produttori agricoli - racconta Leonelli - ad avviare la vendita dei nostri prodotti al mercato. Abbiamo iniziato nel 2000 ma, complice la crisi economica degli ultimi anni e la tanta concorrenza, la situazione è cambiata e si vende meno che in passato».

Dal bolognese si poi passa al versante collinare modenese. È dal caseificio dell’azienda agricola “La Costa” che arrivano latticini freschi e stagionati. Yogurt, panna cotta, ricotta, stracchino, mozzarella e burro, oltre ai formaggi stagionati, vengono prodotti da Dante Corradini e rivenduti al mercato dal padre Moreno.

Cosa cercano i clienti? «Prodotti fatti in modo naturale, senza conservanti - conclude Moreno Corradini - e privi di zuccheri aggiunti».