Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Trattoria in fiamme a Castelnuovo: gravi danni al tetto

Chiusura temporanea per lo “Stallino”. Al lavoro tre squadre dei vigili del fuoco. Cause accidentali

CASTELNUOVO . Paura e danni ingenti per l’incendio divampato sabato sera alla trattoria Lo Stallino di via Turati 14, in pieno centro.

Il rogo è scaturito poco dopo le 22 e stando alle prime ricostruzioni la causa potrebbe essere il motore della cappa di aspirazione collocata al primo piano del ristorante. Inizialmente, sotto il tetto si è diffuso il fumo in grande quantità, estendendosi anche all’abitazione adiacente al ristorante. Poi, una volta spostate le tegole per eliminare la possibili ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASTELNUOVO . Paura e danni ingenti per l’incendio divampato sabato sera alla trattoria Lo Stallino di via Turati 14, in pieno centro.

Il rogo è scaturito poco dopo le 22 e stando alle prime ricostruzioni la causa potrebbe essere il motore della cappa di aspirazione collocata al primo piano del ristorante. Inizialmente, sotto il tetto si è diffuso il fumo in grande quantità, estendendosi anche all’abitazione adiacente al ristorante. Poi, una volta spostate le tegole per eliminare la possibilità che nelle ore successive divampassero nuovi focolai, si sono alzate le fiamme. Decisivo il pronto intervento dei vigili del fuoco, arrivati con tre squadre più l’autoscala da Modena, Sassuolo e Vignola, per un totale di 15 uomini. Le operazioni di spegnimento, di spostamento delle tegole e di sradicamento di possibili nuovi inneschi è durato fino alle 3.30 di ieri mattina. Un lavoro assiduo e piuttosto complesso che ha però consentito di evitare il peggio.

L’incendio, da subito, non è parso doloso, né ai carabinieri della Compagnia di Sassuolo intervenuti sul posto, né ai proprietari che escludono in ogni modo che qualcuno abbia potuto prenderli di mira.

«Non si tratta di certo di un rogo doloso - specifica la titolare, intenta nelle operazioni di pulizia dalla fuligine - Dobbiamo calcolare i danni, domani (oggi per chi legge, ndr) potremo essere più precisi perché verrà il perito».

L’inquilina della casa adiacente al ristorante, Maria Cristina B., è preoccupata per le condizioni in cui versa la propria abitazione, mentre indica un buco nel soffitto. «Speriamo che non venga a piovere - dice Maria Cristina - Comunque, per fortuna, è stato evitato il peggio grazie all’intervento dei vigili del fuoco. Sabato sera abbiamo visto del fumo uscire dai teli all’ultimo piano del ristorante. Poi sono arrivati i pompieri che hanno spento le fiamme».

Pericolo scampato anche per i vicini del bar Marylin. «I vigili del fuoco hanno adoperato le attrezzature necessarie per evitare che il fuoco si estendesse nella direzione del bar - dice il titolare Roberto Trenti - Credo che i primi ad accorgersene siano stati gli avventori. Noi abbiamo sentito un forte odore di bruciato».

Intanto sui social, subito dopo l’incendio, si è messa in moto una catena di solidarietà a sostegno dei proprietari i quali hanno affisso un cartello sulla porta d’ingresso notificando la chiusura.

Serena Arbizzi