Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Picchia bambini a lezione Imam finisce a processo

Li ha presi a bastonate e schiaffeggiati mentre prendevano lezioni di Corano. Un imam pakistano di 37 anni finirà a processo per abuso di mezzi di correzione e disciplina. I fatti si sono verificati...

Li ha presi a bastonate e schiaffeggiati mentre prendevano lezioni di Corano. Un imam pakistano di 37 anni finirà a processo per abuso di mezzi di correzione e disciplina.

I fatti si sono verificati nel Reggiano, fino al febbraio 2016, presso la sede di un’associazione islamica. Qui, quattro bambini con età compresa tra i 7 e i 9 anni stavano frequentando una lezione di Corano. Subito dopo è scattata la denuncia a carico dell’imam che ha portato alle indagini preliminari, chiuse nei giorni s ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Li ha presi a bastonate e schiaffeggiati mentre prendevano lezioni di Corano. Un imam pakistano di 37 anni finirà a processo per abuso di mezzi di correzione e disciplina.

I fatti si sono verificati nel Reggiano, fino al febbraio 2016, presso la sede di un’associazione islamica. Qui, quattro bambini con età compresa tra i 7 e i 9 anni stavano frequentando una lezione di Corano. Subito dopo è scattata la denuncia a carico dell’imam che ha portato alle indagini preliminari, chiuse nei giorni scorsi con il rinvio a giudizio del 37enne, il quale dovrà ora affrontare il processo.

L’imam, residente in via Unione Sovietica a Carpi, ha colpito con ceffoni al volto i quattro alunni praticanti. L’uomo non si è limitato a questo: i minori sono stati bastonati in più parti del corpo, come mani braccia e schiena.

Episodi gravi, questi, che hanno destato preoccupazione e allarme. I carabinieri della Compagnia di Carpi hanno così notificato al religioso la conclusione delle indagini preliminari e la notizia del rinvio a giudizio. (s.a.)