Modena, recuperati esemplari di rospo smeraldino

Volontari del Pettirosso ha trasferito 300 animali al centro fauna selvatica di via Nonantolana

MODENA. Hanno catturato, prendendoli uno alla volta, 300 esemplari di rospi smeraldini che si erano rifugiati in una piscina in via Formigina. Quattro volontari del centro fauna selvatica Il pettirosso in questi giorni hanno recuperato i girini di rospo smeraldino protetto dalla direttiva Habitat, perché in calo e a rischio a causa di insetticidi e cementificazioni. Gli esemplari sono stati catturati in seguito alle lamentele dei vicini ormai intolleranti. Cos', i girini delicatissimi e sensibili al cambio delle temperature, sono stati catturati: un'operazione non semplice, dato che questi animali tendono a rifugiarsi nella melma sul fondo della piscina. I volontari li hanno portati in un laghetto al centro il Pettirosso, con acqua fresca e un canneto dove rifugiarsi e poter diventare finalmente rospi smeraldini.