Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il commissario si congeda «Staff molto preparato»

Guiglia. Passaggio di consegne tra Zambelli e il nuovo sindaco Iacopo Lagazzi In municipio ricevuta anche la Giunta di Zocca: «Importanti i rapporti di vicinato»

GUIGLIA . Saluto e passaggio di consegne ieri mattina in municipio tra il commissario Valerio Zambelli e il neosindaco Iacopo Lagazzi. Il dirigente della Prefettura (dove è responsabile della contabilità e della gestione finanziaria) è arrivato da Modena per incontrare il primo cittadino e fare il punto sull’attività compiuta nei nove mesi in cui ha tenuto le redini del Comune. Un passaggio di cortesia, perché Lagazzi aveva pieni poteri già da lunedì, al momento della proclamazione. Ma Zambe ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

GUIGLIA . Saluto e passaggio di consegne ieri mattina in municipio tra il commissario Valerio Zambelli e il neosindaco Iacopo Lagazzi. Il dirigente della Prefettura (dove è responsabile della contabilità e della gestione finanziaria) è arrivato da Modena per incontrare il primo cittadino e fare il punto sull’attività compiuta nei nove mesi in cui ha tenuto le redini del Comune. Un passaggio di cortesia, perché Lagazzi aveva pieni poteri già da lunedì, al momento della proclamazione. Ma Zambelli ha voluto parlare a quattr’occhi col successore del lavoro fatto, salutando nell’occasione dirigenti e impiegati con cui ha condiviso questa esperienza amministrativa, ritenuta più che positiva.

«Il mio compito era quello di garantire la continuità amministrativa - ha ricordato - e se l’azione è andata a buon fine lo devo in primo luogo alla presenza in municipio di figure, a partire da quella del segretario Margherita Martini, che mi hanno facilitato il lavoro. È fondamentale il ruolo dei collaboratori in questi passaggi amministrativi, e posso dire di aver trovato uno staff preparato e una macchina comunale efficiente. Ringrazio tutti, e ognuno nel proprio ruolo: me ne vado arricchito dal lato professionale e umano, perché sul territorio si affrontano tematiche diverse rispetto all’ufficio centrale e c’è la possibilità di un interscambio diretto con i cittadini. Una bella esperienza, ne serberò un buon ricordo».

«Ringrazio l’amministrazione commissariale - ha detto Lagazzi - per aver saputo gestire in questi mesi nei migliore dei modi il Comune: in dialogo e collaborazione con i dipendenti».

Lagazzi anche mercoledì ha ricevuto una visita di cortesia: quella dei vicini di Zocca, arrivati con una delegazione composta da sindaco Gianfranco Tanari, il vice Federico Ropa e gli assessori Marco Vitali e Gilberto Campagnini. L’incontro è stato ritenuto molto proficuo, in un’ottica di massima collaborazione e sinergia tra le due amministrazioni comunali. Si è parlato in particolare di Unione, subambito territoriale (in cui entrambe le amministrazioni credono molto), Parco di Roccamalatina, turismo, ambiente e agricoltura.

«Abbiamo illustrato al nuovo sindaco - spiegano da Zocca - vecchi e nuovi progetti che avevano necessariamente subito uno stop dopo il commissariamento. È molto importante avere buoni rapporti con i Comuni limitrofi, in una prospettiva di ottimizzazione di servizi erogati e di cooperazione nei lavori pubblici. In passato purtroppo non sempre ci sono stati buoni rapporti tra le amministrazioni, principalmente a causa di rancori e personalismi politici. Questo però più che danneggiare una parte politica rispetto ad un’altra, va a discapito di tutti i cittadini, sia di Zocca che di Guiglia. Faremo in modo che non ricapiti più. Auguriamo buon lavoro a Iacopo e a tutta la sua squadra».

Per quanto ognuno possa avere le proprie simpatie personali, l’amministrazione di Zocca, va ricordato, sul voto di Guiglia era stata neutra, non prendendo posizione per nessuno dei competitor.