Modena, Preso con mannaia e rilasciato. Il procuratore Musti: «Libero perché non ha usato la mannaia»

Sul caso del nigeriano con la mannaia fermato dalla polizia in viale Crispi interviene il procuratore capo Lucia Musti con una nota che chiarisce i termini dell’intervento del magistrato inquirente, rispondendo così alle proteste del sindacato Siulp che ha manifestato lo sconcerto degli agenti di polizia.

Risotto alle pere, prosciutto croccante e robiola di capra

Casa di Vita