Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tappa alla Cantina della Volta Rosso Rubino fa tutto esaurito

BOMPORTO. Un successo consolidato quello della manifestazione “Rosso Rubino” alla scoperta delle cantine delle terre del Lambrusco. Protagonista del tour enogastronomico anche la “Cantina della Volta”...

BOMPORTO. Un successo consolidato quello della manifestazione “Rosso Rubino” alla scoperta delle cantine delle terre del Lambrusco. Protagonista del tour enogastronomico anche la “Cantina della Volta” che martedì sera ha aperto le porte ai tanti partecipanti per la visita e il concerto di Miriam Masala.

«È sempre bello vedere un’adesione così ampia e soprattutto tanti giovani che si stanno avvicinando al lambrusco - dice Angela Sini, amministratrice delegata dell’azienda - Ci fa molto piacere ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BOMPORTO. Un successo consolidato quello della manifestazione “Rosso Rubino” alla scoperta delle cantine delle terre del Lambrusco. Protagonista del tour enogastronomico anche la “Cantina della Volta” che martedì sera ha aperto le porte ai tanti partecipanti per la visita e il concerto di Miriam Masala.

«È sempre bello vedere un’adesione così ampia e soprattutto tanti giovani che si stanno avvicinando al lambrusco - dice Angela Sini, amministratrice delegata dell’azienda - Ci fa molto piacere perché sono proprio i giovani che devono imparare a fare un po’ difesa del territorio partendo dalle nostre eccellenze enogastronomiche».

La serata è stata anche l’occasione per presentare il nuovo vino della cantina, “Classico Quotidiano”, Lambrusco di Sorbara Metodo Classico CDV Brutrosso. «È un vino adatto anche ai giovani, un prodotto che rimane solo nove mesi sui lieviti, estremamente fresco e profumato con una facilità di bevuta molto alta, è la prima conoscenza di un metodo classico di alta qualità. Paradossalmente Cantina della Volta è partita prima con vini che hanno fatto dai 24 ai 36 e 48 mesi sui lieviti e anche di più e adesso siamo invece a presentare un lambrusco quotidiano perché abbiamo sentito l’esigenza di creare qualcosa di nuovo. Le nostre bottiglie precedenti sono sempre state molto adatte ad un pubblico già abituato alla bollicina, anche quella più evoluta, in questo caso invece è proprio la partenza della conoscenza del lambrusco».

Serena Fregni