Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Vandali di notte distruggono gli spaventapasseri

PALAGANO. Non sono stati lasciati in pace neanche per le poche ore necessarie per arrivare alla premiazione i pupazzi del Palio dell’Asinello Spaventapasseri preparati con tanta passione dagli...

PALAGANO. Non sono stati lasciati in pace neanche per le poche ore necessarie per arrivare alla premiazione i pupazzi del Palio dell’Asinello Spaventapasseri preparati con tanta passione dagli abitanti di Lama di Monchio e circondario per il grande ritorno dell’evento triennale.

Ieri mattina la festa è stata rovinata il raid compiuto nella notte da qualcuno che, salendo lungo la strada provinciale 24, ha abbattuto, rotto, decapitato e sfregiato una quindicina di pupazzoni incontrati salendo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PALAGANO. Non sono stati lasciati in pace neanche per le poche ore necessarie per arrivare alla premiazione i pupazzi del Palio dell’Asinello Spaventapasseri preparati con tanta passione dagli abitanti di Lama di Monchio e circondario per il grande ritorno dell’evento triennale.

Ieri mattina la festa è stata rovinata il raid compiuto nella notte da qualcuno che, salendo lungo la strada provinciale 24, ha abbattuto, rotto, decapitato e sfregiato una quindicina di pupazzoni incontrati salendo da Saltino fino a Costrignano, per 13 chilometri. E hanno provveduto anche a rovesciare diversi cassonetti.

È avvenuto tra l’1.30 e le 4, un orario che più che a una banda di adolescenti fa pensare a qualche giovane “grande” con macchina. Cinque opere sono state proprio distrutte, le altre menomate.

La gente non si è data per vinta e già dalle prime ore della mattinata ha iniziato a risistemare. Ma è stata una fitta al cuore: «È stato un gesto veramente brutto, fatto con cattiveria - sottolineano i “Paesani” del borgo di Lama - sono state anche mozzate teste, rubata perfino la bimba di una delle rappresentazioni più belle: è stata trovata una delle sue scarpette per strada. Speriamo che i carabinieri riescano a risalire agli autori: ci vorrebbe una punizione esemplare».

Oltre all’atto vandalico, c'è anche l’aggravante della violazione di proprietà, perché i pupazzoni erano su terreni privati. Imbufalito il sindaco Fabio Braglia: «Oltre allo scempio di cose fatte con amore per il territorio e i turisti, c’è l’oltraggio alle persone che le hanno realizzate - rimarca - faremo di tutto per risalire agli autori, anche perché non è la prima volta che si registrano atti vandalici. E la pazienza è finita».

Per la cronaca, su 85 raffigurazioni, la giuria presieduta da Bruno Ricchi ha incoronato vincitore “Selfie”, secondo “Il funerale” (tra quelle con più danni), terza “L'aquila” di Saltino (anche questa danneggiata). Nella categoria balloni di fieno ha invece vinto il “Toro con aratro”. —

DANIELE MONTANARI.