Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Formigine: un altro caso di west nile Anziano ricoverato in condizioni disperate

 Un ultraottantenne  in terapia intensiva al Policlinico di Modena dopo aver contratto il virus

West Nile virus, 9 cose da sapere

FORMIGINE. Un ultraottantenne formiginese si trova ricoverato in terapia intensiva al Policlinico di Modena dopo aver contratto il virus West Nile. È il suo uno dei casi più seri registrati nella nostra provincia insieme a quello del 50enne di Cavezzo ricoverato in gravi condizioni a Carpi.

Il virus West Nile è una malattia infettiva diffusa in molte regioni dell’Africa, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

West Nile virus, 9 cose da sapere

FORMIGINE. Un ultraottantenne formiginese si trova ricoverato in terapia intensiva al Policlinico di Modena dopo aver contratto il virus West Nile. È il suo uno dei casi più seri registrati nella nostra provincia insieme a quello del 50enne di Cavezzo ricoverato in gravi condizioni a Carpi.

Il virus West Nile è una malattia infettiva diffusa in molte regioni dell’Africa, del Medio Oriente, India, Indonesia e, con minore intensità, anche in alcune zone dell’Europa meridionale. In Italia è trasmesso soprattutto dalla zanzara comune, anche se è possibile che l’infezione avvenga dopo la puntura di una zanzara tigre.

A causa di un’infestazione di zanzare dieci volte superiore a quella dello scorso anno, il virus West Nile quest’anno ha registrato un’impennata di casi anche gravi, con dieci decessi tra Romagna e Veneto. L’infezione può infatti decorrere in maniera asintomatica o con uno stato febbrile di pochi giorni, ma in alcuni casi può manifestarsi con forme neurologiche che richiedono il ricovero, soprattutto in persone debilitate.

Per questo l’Ausl continua a sottolineare l’importanza della protezione individuale tramite semplici accorgimenti: installare zanzariere nelle stanze in cui si soggiorna; utilizzare insetticidi adatti all’ambiente domestico; quando possibile, preferire vestiti che non lascino scoperte parti del corpo (camicie con maniche lunghe, pantaloni lunghi) e di colore chiaro (i colori scuri attraggono le zanzare); utilizzare repellenti sulle parti del corpo che rimangono scoperte, tenendo presente che il sudore ne riduce l’effetto; evitare profumi, creme e dopobarba, che attraggono gli insetti.