Pensionato modenese colto da malore, muore in spiaggia in Abruzzo

Cesidio Lanza, 84 anni, di Modena, si è accasciato poco dopo le 13, in spiaggia tra i bagnanti Immediato l’intervento del sindaco a fianco a lui, specialista in rianimazione

MODENA. Stava per entrare in acqua nel mare d’Abruzzo quando si è accasciato sulla sabbia, senza che i soccorritori potessero far nulla per salvarlo.

Nonostante l’intervento immediato dei bagnini assieme a un medico specializzato non c’è stato nulla da fare per il modenese Cesidio Lanza, 84 anni, originario di Chieti ma da molti anni residente nella nostra città.


Il malore gli è stato fatale ed è morto poco dopo le 13 sul litorale di Casalbordino, una piccola località balneare in provincia di Chieti, dov’era arrivato da poco per passare la giornata in spiaggia.

I tentativi del bagnino per cercare di rianimarlo sono stati vani.

Per una singolare coincidenza a poca distanza dal suo ombrellone c’era il sindaco di Casalbordino, Filippo Marinucci, medico di Rianimazione nel vicino ospedale di zona.

Inizialmente era stata allertata anche l'eliambulanza, ma a causa del decesso dell'uomo il velivolo ha fatto rientro alla base di Pescara.

Il massaggio cardiaco del dottor Marinucci, tempestivo e tecnicamente correttissimo, non è stato sufficiente a rimettere in sesto il cuore dell’anziano pensionato e il medico, dopo aver verificato che non c’erano alttre possibilità, non ha potuto fare altrro che constatarne il decesso.

Sotto shock la figlia che era con lui e che lo aveva accompagnato in spiaggia, in modo da poter passare una giornata tranquilla, in riva al mare.

Da molto tempo Cesidio Lanza era abituato a passare le vacanze vicino ai luoghi dov’era nato. Dopo una vita di lavoro si sentiva anche cittadino di Modena, ovviamente. Stava bene all’ombra della Ghirlandina, circondato dall’affetto dei suoi cari, ma quando veniva l’estate gli piaceva tornare in Abruzzo, nel Chietino, da dove era partito molti anni fa.

Casalbordino era la sua spiaggia preferita, a poco distanza dalla casa dove trascorreva le vacanze durante l’estate.

Sulle cause del malore manca solo l’ultima diagnosi del medico. Probabilmente l’età e il caldo hanno messo a dura prova il cuore dell’anziano.

Per i rilievi di legge sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale e i Carabinieri che nno stilato il verbale dell’accaduto.

L’incidente è avvenuto nelle ore centrali della giornata, in mezzo ad altri bagnanti. Proprio per questo Lanza è stato soccorso nel giro di pochi secondi e il caso ha voluto che lì a fianco ci fosse un medico specialista in rianimazione, come il sindaco del paese. Il dottor Marinucci aveva deciso di concedersi qualche ora di riposo nella spiaggia del suo paese.

Dopo il caos di Ferragosto anche Casalbordino era meno affollata del solito e quindi il primo cittadino era in spiaggia. La sua conoscenza della macchina sanitaria ha fatto sì che anche l’ambulanza potesse arrivare tempestivamente. Ma tutto è stato inutile. —