Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Palagano, pensionato punto da calabrone muore per lo choc anafilattico

Palagano. Soccorsi inutili a Franco Giberti. Aveva perso il figlio in un incidente. Decine di chiamate ai vigili del fuoco per la proliferazione stagionale di insetti

PALAGANO

Un’altra morte per una puntura di calabrone in Appennino, in meno di un mese e di nuovo in circostanze drammatiche, sotto gli occhi dei famigliari.

È successo nel tardo pomeriggio di ieri a Monchio, nel cortile dell’abitazione al civico 4 di via La Campagna. La casa di famiglia dove il 69enne Franco Giberti, residente a Roteglia di Castellarano, veniva sempre a trascorrere il periodo estivo in un bel contesto verde. Che gli è stato fatale: erano circa le 18, si trovava in cortile ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PALAGANO

Un’altra morte per una puntura di calabrone in Appennino, in meno di un mese e di nuovo in circostanze drammatiche, sotto gli occhi dei famigliari.

È successo nel tardo pomeriggio di ieri a Monchio, nel cortile dell’abitazione al civico 4 di via La Campagna. La casa di famiglia dove il 69enne Franco Giberti, residente a Roteglia di Castellarano, veniva sempre a trascorrere il periodo estivo in un bel contesto verde. Che gli è stato fatale: erano circa le 18, si trovava in cortile quando è stato punto da un calabrone. Si è capito subito che non era una puntura qualunque: prima l’arrossamento e poi la reazione. Un classico choc anafilattico, ancora una volta.



I famigliari hanno dato subito l'allarme, che ha portato sul posto in pochi minuti il personale sanitario dell’ambulanza infermieristica di Palagano, che ha chiesto l’intervento dell’elicottero 118 sapendo bene che in casi come questo i minuti fanno la differenza. È atterrato il medico che ha tentato il tutto per tutto per riprendere l’uomo prima del collasso, e in un primo momento sembrava che ci fosse riuscito o che comunque il contesto si fosse stabilizzato in modo da permettere il trasporto all’ospedale per un trattamento intensivo in rianimazione. Così è stato fatto, ma l’evoluzione della reazione allergica è risultata inarrestabile: quando alle 19.36 l’elicottero è atterrato a Baggiovara, i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Una dinamica del tutto simile a quella di cui era rimasto vittima nel pomeriggio del 4 agosto a Romanoro (Frassinoro), il 77enne sassolese Giovanni Toschi, anche lui a trascorrere qualche giorno di riposo nella casa di famiglia. Anche lui punto da un calabrone che ha causato una reazione devastante: in quel caso non fu nemmeno tentato il trasporto in elicottero.



Già a seguito di questo primo caso si era sollevato un allarme calabroni senza precedenti in Appennino, con chiamate continue ai vigili del fuoco da una dorsale all'altra per interventi di bonifica. Adesso l'apprensione sarà ancora maggiore. Il fatto è che quest'estate si è evidenziata una presenza di questo tipo di insetti come raramente è capitato. E anche nella zona di Monchio colpita dalla tragedia da tempo ci sono calabroni in quantità sparsi nella campagna: «Sono veramente tanti – sottolinea una vicina – aggrediscono le piante con frutta e non si sa come fare». E' un colpo tremendo per la famiglia di Giberti (moglie e due figlie), già segnata poco più di un anno fa da un'altra tragedia.



Gianni Giberti, il figlio 24enne, era rimasto vittima di un incidente stradale a Querciagrossa di Pavullo sulla via Giardini: mentre scendeva dalla montagna in sella alla sua moto, nel rettilineo dei Piani cadde (sembra per l’improvviso rallentamento del mezzo che lo precedeva) finendo nell’altra corsia proprio nel momento in cui sopraggiungeva un’altra moto guidata da un pavullese, che se lo trovò sotto, disteso in mezzo all’asfalto. Gianni morì praticamente sul colpo. Adesso l'altra scomparsa tragica del padre. —