Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Polo sicurezza e costi: Amici attacca ancora

GUIGLIANon molla l'opposizione di Guiglia sulla questione dei costi da sostenere per il polo sicurezza che sorgerà a Vignola. Sollevando al contempo una questione sicurezza molto più vicina. «Le...

GUIGLIA

Non molla l'opposizione di Guiglia sulla questione dei costi da sostenere per il polo sicurezza che sorgerà a Vignola. Sollevando al contempo una questione sicurezza molto più vicina. «Le dichiarazioni del sindaco Lagazzi - incalza Monica Amici - confermano che si è preso un impegno per i decenni a venire senza conoscere l'importo a carico della comunità ma considerandolo in partenza “irrisorio”. Mostra poi di non conoscere nemmeno le motivazioni del "no" che la mia amministrazione ha ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

GUIGLIA

Non molla l'opposizione di Guiglia sulla questione dei costi da sostenere per il polo sicurezza che sorgerà a Vignola. Sollevando al contempo una questione sicurezza molto più vicina. «Le dichiarazioni del sindaco Lagazzi - incalza Monica Amici - confermano che si è preso un impegno per i decenni a venire senza conoscere l'importo a carico della comunità ma considerandolo in partenza “irrisorio”. Mostra poi di non conoscere nemmeno le motivazioni del "no" che la mia amministrazione ha sempre opposto a caserme e centri di Protezione civile da costruire a Vignola. Abbiamo sempre detto "no" perché nessuno aveva mai chiamato al tavolo dei pagatori il Ministero dell'Interno per fare un accordo di programma e dividere la torta, Comuni-Ministero, per la caserma dei vigili del fuoco. In tutta Italia paga il Ministero per il servizio di prevenzione ed estinzione degli incendi, caserme comprese. Peraltro, appreso che il Comune di Guiglia pagherà per la nuova sede della polizia locale dell'Unione, spero che l'Unione stessa si accollerà le spese per l'Ufficio del nostro presidio di Guiglia. Altra contropartita che avevo sempre messo sul tavolo per trasformare in “sì” il mio parere negativo al progetto iniziale del polo». Poi il rilancio “locale” sulla sicurezza: «Che fine farà la caserma dei carabinieri di Guiglia?» chiede la Amici. «Qualcuno sta portando avanti il lavoro che avevo iniziato per un accordo di programma tra Comune, Prefettura e proprietario dell'edificio per mantenerla aperta e in condizioni idonee ad essere luogo di lavoro e accoglienza del pubblico? Temendo una totale inattività in questo senso, ho già inoltrato un'interrogazione sul tema». —

D.M.