Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Carpi, va in edicola con un coltello e minaccia una strage

Musicista deve ritirare una raccomandata nell'edicola di Carpi ma il terminale non è ancora attivo. L'edicolante: «Ha mostrato un’arma da taglio da 30 centimetri». Sul posto polizia e finanza

Carpi, episodio inquietante: minacce in edicola con coltello di 30 centimetri

CARPI. È andato in edicola al mattino presto, pretendendo di ritirare una raccomandata prima dell’orario stabilito per l’apertura del terminale. Di fronte al diniego dell’edicolante che gli ha spiegato l’impossibilità di adempiere alla prestazione prima del tempo, ha reagito mostrando un coltello da cucina da 30 centimetri, min ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Carpi, episodio inquietante: minacce in edicola con coltello di 30 centimetri

CARPI. È andato in edicola al mattino presto, pretendendo di ritirare una raccomandata prima dell’orario stabilito per l’apertura del terminale. Di fronte al diniego dell’edicolante che gli ha spiegato l’impossibilità di adempiere alla prestazione prima del tempo, ha reagito mostrando un coltello da cucina da 30 centimetri, minacciando di fare una strage.

"SEMBRAVA RAMBO". L’episodio inquietante è avvenuto ieri mattina all’edicola di via Torino. Erano le 6 e 50 quando un residente in una delle vie vicine, noto in città per la sua attività di musicista, si è recato a ritirare la corrispondenza. «Inizialmente pensavamo a qualcuno travestito appositamente da Rambo, poi ci hanno riferito che è il suo look abituale - racconta Fabio Errico, titolare dell’edicola - In quel momento c’era solo mia mamma. Le ha chiesto di ritirare la sua raccomandata, ma per noi, fino alle 8, è impossibile rilasciare questa corrispondenza. A quel punto, l’uomo è andato su tutte le furie. Ha mostrato a mia madre un coltello da cucina che teneva ben fissato all’avambraccio attraverso alcuni nastri, minacciando di scatenare una strage».

LAMA DA 30 CENTIMETRI. Secondo quanto riferito il coltello misurava una trentina di centimetri. Quando il musicista ha dato in escandescenze, in soccorso all’edicolante sono arrivati alcuni finanzieri. L’esercizio si trova, infatti, proprio di fronte alla caserma della Guardia di finanza. E anche Fabio Errico è arrivato sul posto. «Ha inveito pesantemente contro le Fiamme gialle, dando loro dei fascisti - continua Errico - Evidentemente pensava che il contenuto della raccomandata contenesse obblighi di pagamento collegati al fisco... ».

In via Torino sono arrivate anche pattuglie della polizia che hanno rintracciato il musicista grazie all’indirizzo riportato sulla lettera. Gli agenti lo hanno portato in commissariato.

L’edicolante ha sporto denuncia per l’accaduto: alla scena hanno assistito alcuni passanti sconvolti. —