Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Che festa per la piazza cuore di Formigine

INAUGURAZIONEFORMIGINEDavanti a una folla numerosa, è stata finalmente inaugurata la nuova piazza. La festa di venerdì sera, che si sarebbe dovuta fare il primo di settembre ma, causa maltempo, era...

INAUGURAZIONE

FORMIGINE

Davanti a una folla numerosa, è stata finalmente inaugurata la nuova piazza. La festa di venerdì sera, che si sarebbe dovuta fare il primo di settembre ma, causa maltempo, era stata rimandata, è stata un successo, e l’amministrazione comunale ha potuto “consegnare” la piazza ai cittadini: un nuovo luogo di aggregazione a misura di tutti, in cui incontrarsi e ritrovare il dialogo. Forte l’emozione del sindaco Maria Costi di vedere la piazza finalmente realizzata: «Questo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

INAUGURAZIONE

FORMIGINE

Davanti a una folla numerosa, è stata finalmente inaugurata la nuova piazza. La festa di venerdì sera, che si sarebbe dovuta fare il primo di settembre ma, causa maltempo, era stata rimandata, è stata un successo, e l’amministrazione comunale ha potuto “consegnare” la piazza ai cittadini: un nuovo luogo di aggregazione a misura di tutti, in cui incontrarsi e ritrovare il dialogo. Forte l’emozione del sindaco Maria Costi di vedere la piazza finalmente realizzata: «Questo è un luogo che abbiamo creato per unire. Unisce il nostro castello medievale insieme alla chiesa e agli edifici commerciali, ma unisce anche le persone. Una delle cose più belle in questi giorni è stata vedere i bambini in bicicletta, ma anche gli anziani che hanno potuto passeggiare in totale sicurezza. Credo che il compito del sindaco sia quello di provare a migliorare quotidianamente la bellezza del proprio paese e la bellezza delle relazioni che avvengono al suo interno. Ringrazio la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, che ha finanziato buona parte dei lavori». La versatilità della piazza era già stata testata durante le varie iniziative estive e, in particolare, in occasione dei Ludi di San Bartolomeo, che hanno richiamato migliaia di persone, oltre alla serata dedicata al Picchio Rosso di mercoledì scorso: una piazza divertente, accogliente e, come dimostrato con l’incendio del Castello, “a prova di fuoco”. «Il tema della rigenerazione urbana, dell’abbellire, del rigenerare i nostri centri urbani, le nostre piazze, i nostri monumenti – ha spiegato la consigliera regionale Luciana Serri - è un argomento su cui la Regione, in questo ultimo periodo, in particolare con la nuova legge sull’urbanistica, ha voluto spingere molto. Se da una parte l’obiettivo è quello di ridurre il consumo del suolo, dall’altra è quello di incentivare questi progetti che fanno sì che le comunità si riapproprino dei luoghi pubblici, e credo che questa bellissima opera vada in questa direzione». Dopo il tradizionale taglio del nastro e decine di palloncini bianchi fatti volare in cielo, la festa è proseguita con il Castello Errante, storytelling con proiezioni architetturali sulle mura del castello, a cura di Delumen. —

S.P.