Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Compleanno col vescovo per le due associazioni

La San Gaetano si occupa da venticinque di integrare i ragazzi con handicap e la Monte Tabor da venti offre opportunità lavorative a chi è svantaggiato

FORMIGINE

Una grande festa, preceduta dalla messa presieduta dall’Arcivescovo di Modena Don Erio Castellucci, con tanto di esibizione della Corale Estense, spettacolo e buffet, quella organizzata in occasione del compleanno dell’Associazione San Gaetano e della Cooperativa Sociale Monte Tabor di Formigine. Venticinque gli anni compiuti dall’Associazione, venti quelli della Cooperativa: tanto ancora l’entusiasmo e numerose le attività in programma. L’associazione San Gaetano vuole mettere a f ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

FORMIGINE

Una grande festa, preceduta dalla messa presieduta dall’Arcivescovo di Modena Don Erio Castellucci, con tanto di esibizione della Corale Estense, spettacolo e buffet, quella organizzata in occasione del compleanno dell’Associazione San Gaetano e della Cooperativa Sociale Monte Tabor di Formigine. Venticinque gli anni compiuti dall’Associazione, venti quelli della Cooperativa: tanto ancora l’entusiasmo e numerose le attività in programma. L’associazione San Gaetano vuole mettere a frutto le abilità dei ragazzi, per favorirne lo sviluppo, attraverso una serie di iniziative, che vanno dal recupero scolastico, alla danza, alla manualità fine, all’animazione teatrale. Quindi, fornendo gli aiuti necessari per gli ostacoli che si presentano nella vita quotidiana, fa sì che le persone con handicap possano acquisire pienamente il loro diritto di cittadinanza. La Monte Tabor, invece, è una cooperativa di lavoro di tipo B, che vuole offrire opportunità lavorative a persone svantaggiate. «Lavoriamo per tante ditte del comprensorio, come tipografie e ceramiche; i ragazzi vengono inviati o dall’Unione dei Comuni o dal centro di salute mentale con cui abbiamo una convenzione. Inizialmente – spiega Maria Pia Franchini, presidente - vengono qui a fare un percorso di avvicinamento al lavoro e, nel momento in cui riescono ad avere un minimo di autonomia, c’è per loro anche la possibilità di essere assunti in cooperativa. Abbiamo 14 ragazzi dipendenti e, quelli che vengono inviati annualmente dal centro di salute mentale, sono 22. Sono tante le forze che si uniscono per far funzionare tutto al meglio, contiamo circa una quindicina di volontari fissi, sei maestre e, in più, gli occasionali, come l’idraulico, chi costruisce il carro per il carnevale formiginese, fino a chi si occupa delle pulizie». Si respira un’aria di famiglia alla grande festa organizzata in via della Fornace, dove hanno sede la San Gaetano e la Monte Tabor: i ragazzi si preparano con fermento dietro le quinte per lo spettacolo, mentre familiari e amici attendono ansiosi. Tanto l’entusiasmo e la soddisfazione per il grande traguardo raggiunto, anche da parte del sindaco Maria Costi: «I venticinque anni della San Gaetano, per me, hanno un valore incredibile. I fondatori, così come i nostri padri costituenti, hanno capito che il lavoro è anche creazione, integrazione e comunità. Qui, sono tanti i ragazzi che si impegnano e migliorano ogni giorno; molti di loro sono diventati a loro volta dei volontari. Si è creata una sinergia delle relazioni. Anche il Comune di Formigine è molto attento a questo tema, e dimostrazione ne è la nuova piazza, che è accessibile a tutti e che vuole accogliere tutti; questo credo che sia uno dei valori più grandi della comunità formiginese». —