Castelfranco. Ragazzo ferito da un colpo di pistola in centro

Inquietante agguato avvenuto sabato sera in corso Martiri. Un testimone: «Gli hanno sparato da un’auto in transito»

CASTELFRANCO. Un agguato inquietante che lascia aperti tanti scenari interpretativi, ma che ha messo in allerta tutta la macchina della sicurezza cittadina. Un ragazzo di 28 anni, originario del Pakistan, è stato ferito sabato sera da un proiettile esploso da un’auto in corso su corso Martiri. Il ragazzo era in compagnia di altri due amici e stava passeggiando sotto i portici quando è stato raggiunto da un pallino apparentemente appartenente ad una pistola ad aria compressa. Sono scattati subito i soccorsi e le indagini. Il ferito è stato trasferito al Policlinico di Modena per una lacerazione al gomito mentre sul posto sono rapidamente arrivati sia i carabinieri della Tenenza di Castelfranco sia la polizia municipale. Gli investigatori puntano a ribadire il successo delle indagini che hanno portato all’arresto del piromane che bruciava le auto e così si è riformata la task force che seguirà gli accertamenti. Sono già state acquisite le telecamere del circuito pubblico di sicurezza e le si sta visionando, sperando di individuare alcuni dettagli indispensabili a trovare i responsabili degli spari.



Quale sia il movente del raid è ancora presto per dirlo, gli inquirenti stanno valutando diverse piste, compresa quella del regolamento di conti senza però tralasciare quella magari più inquietante e che fa riferimento ad un raid contro gli immigrati di Castelfranco.

Il ragazzo ferito sta meglio, la sua testimonianza, alla pari di quella dei due amici, potrebbe essere interessante per ottenere informazioni importanti.

«La sparatoria è avvenuta proprio davanti al mio bar. Si è verificata sabato sera dopo cena - racconta Amarildo Zenelaj, titolare della pasticceria Montecuccoli di corso Martiri - Tre ragazzi stranieri, credo arabi, stavano attraversando la strada, davanti al mio locale. Improvvisamente, un’auto ha rallentato, il finestrino sul lato del passeggero si è abbassato ed è spuntata una pistola da softair. La persona in auto ha sparato a caso e ha colpito a un braccio uno dei tre ragazzi che stavano attraversando. Il ragazzo colpito, che ha una trentina d’anni è caduto a terra. E l’auto, su cui erano presenti almeno due persone, è fuggita senza fermarsi. Per fortuna il giovane ferito è piuttosto alto: se fosse stato un bambino avrebbe potuto essere colpito a un occhio. Abbiamo chiamato subito l’ambulanza e le forze dell’ordine. Tramite la videosorveglianza si sta poi cercando di risalire alla targa dell’auto». —

ARBIZZI-DONDI.